/ Politica

Politica | 01 dicembre 2022, 18:57

Mondovì, il centro destra solleva dubbi sui nuovi osservatori e sul bilancio partecipato

I consiglieri Enrico Rosso, Rocco Pulitanò e Mauro Gasco: “Tante risorse sugli investimenti, ma pochi i cantieri partiti previsti sull'annualità 2022”

Enrico Rosso

Enrico Rosso

Un lungo Consiglio comunale, a Mondovì, ha portato all'approvazione della costituzione di una serie di “Osservatori” e di organi consultivi che hanno lasciato molte perplessità nel gruppo consigliare di Centro-destra.

"Non siamo sicuramente contro il coinvolgimento dei cittadini – evidenzia il capogruppo Enrico Rosso ma riteniamo che i regolamenti – che sono figli tra l'altro di scelte non condivise sulle modifiche allo Statuto comunale – approvati a maggioranza per la costituzione dei nuovi organismi consultivi siano in alcuni casi farraginosi, e portino ad un appesantimento della macchina burocratica comunale. Nel caso dei consigli frazionali, inoltre, con l'indizione delle elezioni si vanno a creare nuovi costi che alla fine ricadranno inevitabilmente sui cittadini. Sarebbe stato altrettanto efficace, ma più semplice ed agevole, identificare un referente per ogni frazione senza creare tutto questo sistema pesante e, in ultima analisi, costoso".

Osservatorio Sanità: c'è la compatibilità con i ruoli?

Anche sull'Osservatorio a tema sanità c'è più di un dubbio sostanziale: "In Consiglio – evidenziano i consiglieri Enrico Rosso, Mauro Gasco e Rocco Pulitanòabbiamo avanzato perplessità in merito alla possibile incompatibilità di alcune figure individuate nel regolamento, la cui partecipazione sarebbe di fatto incompatibile con quanto disposto dai Codici di comportamento ed i Regolamenti delle aziende sanitarie coinvolte. Abbiamo più volte chiesto chiarimenti, ma a parte una lunga, didascalica spiegazione da parte del sindaco sui vari organi di rappresentanza territoriale a tema sanitario, non ci sono arrivate risposte concrete. Come spesso accade, la sua maggioranza non ha saputo difendere e motivare adeguatamente le scelte operate: anzi, all'ultimo richiamo da parte delle minoranze sui possibili effetti dell'incompatibilità per i membri del nuovo organismo, da parte del relatore del provvedimento e del presidente del Consiglio comunale ci è stato risposto che... “staremo a vedere”. A parer nostro, ben diversi dovrebbero essere gli atteggiamenti da parte di chi amministra".

Bilancio partecipato: le scelte vanno prese da chi è chiamato ad amministrare

Astensione e forti dubbi anche sul Bilancio partecipato: "Ha detto bene l'assessore di riferimento, è la prima volta che a Mondovì viene proposto – commentano Rosso, Gasco e Pulitanò –, un motivo ci sarà. Siamo abbastanza critici sulla proposta: in questo momento in cui le risorse per investimenti sono già ridotte, riteniamo più utile investirle funzionalmente, ad esempio, su pulizia e decoro urbano, piuttosto che bloccarle per interventi che non sappiamo nemmeno se mai verranno proposti e realizzati. L'applicazione del Bilancio partecipato, poi, porterà ad un appesantimento burocratico e ad una ulteriore pressione sugli Uffici comunali di cui non si sentiva il bisogno. In ultima analisi, come Centro-destra riteniamo che le scelte debbano essere responsabilmente assunte da consiglieri eletti dalla popolazione, e portate avanti attraverso una programmazione a lungo temine degli interventi. Politicamente, riteniamo la proposta di questa delibera come un ulteriore segnale di una chiara vicinanza dell'Amministrazione Robaldo a dinamiche di Centro-sinistra".

Lavori pubblici: nel 2022 il deserto "In merito al Piano triennale delle opere pubbliche discusso nell'ambito di una variazione di Bilancio – ha aggiunto Enrico Rosso –, ci siamo concentrati sul piano annuale 2022. Dei 15 interventi in elenco, una decina si presentano alla fase iniziale, quella del progetto di fattibilità. Questo significa che sicuramente non verrà indetta la gara d'appalto entro l'anno in corso, né tantomeno verranno cantierati. Di quelli giunti a livello di progettazione più avanzata e quindi esecutiva, solo le manutenzioni hanno visto l'avvio nell'anno in corso. Gli altri verranno posticipati come i precedenti nel 2023. Gli interventi in corso, come lo scaricatore, risalgono al 2021 e praticamente l'attuale amministrazione in quest'anno ha vissuto di rendita. Ci auguriamo una programmazione più puntuale e realistica sin dal prossimo anno: vedremo in fase di approvazione del prossimo Bilancio preventivo quale tipo di interventi verranno prorgammati». Interrogazioni e ordini del giorno La maggioranza ha respinto l'ordine del giorno del gruppo di Centro-destra in cui si chiedeva un Consiglio comunale aperto sull'annosa questione della nuova sede dei Licei di Mondovì: «Abbiamo proposto l'odg sperando fosse uno strumento utile – evidenzia il primo firmatario, Rocco Pulitanò, capogruppo di Fratelli d'Italia –, invece abbiamo nuovamente riscontrato un'apertura di fatto nulla da parte della maggioranza, per una collaborazione che finora è stata solo a parole e non si sta verificando. Per il nuovo Liceo, manteniamo salda la nostra idea di puntare nuovamente sul progetto di recupero di un contenitore esistente rispetto ad altre idee: le risorse finanziarie ci sono, il coraggio della scelta invece, finora, manca".

Riscontri modesti anche dalle interrogazioni: "Non sono soddisfatto della risposta fornita sul mancato allestimento di “Peccati di gola” al Borgheletto, e sulla gestione del cantiere – aggiunge Pulitanò – così come non sono affatto soddisfatti i commercianti di quest'area della città, che abbiamo recentemente incontrato ed hanno condiviso con noi una forte preoccupazione anche per il periodo a venire".

Notizie che paiono positive invece per la Scuola dell'infanzia di Rifreddo: "L'Amministrazione – conclude Enrico Rosso – ha assicurato che intenderà farsi parte attiva nella questione, anche nel discorso di rinnovo dell'accordo con la Curia per l'utilizzo dell'immobile. Continueremo comunque a monitorare la situazione, il plesso di Rifreddo rappresenta un tassello importante per il mantenimento di servizi indispensabili ai nuclei frazionali".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium