/ Attualità

Attualità | 03 dicembre 2022, 16:28

Borgo San Dalmazzo e Breil sur Roya hanno celebrato il gemellaggio con il treno storico [FOTO E VIDEO]

Due Comuni uniti dal progetto Alcotra Vermenagna-Roya. La sindaca di Borgo Robbione: Non ci sono ostacoli quando c'è la volontà dei popoli di unirsi attraverso percorsi comuni". Il sindaco di Breil Olharan: "Il treno delle meraviglie è il nostro patrimonio comune"

Borgo San Dalmazzo e Breil sur Roya hanno celebrato il gemellaggio con il treno storico [FOTO E VIDEO]

La neve ha reso ancora più suggestiva la celebrazione del gemellaggio fra Borgo San Dalmazzo e Breil sur Roya. Una festa posticipata di due anni a causa del Covid, per ricordare i venti anni di questa collaborazione internazionale

Questa mattina, sabato 3 dicembre, l'arrivo del treno storico partito da Ventimiglia trainato da una locomotiva operativa dal 1979. I vagoni invece sono quelli che erano già presenti all'inaugurazione della linea ferroviaria Cuneo-Nizza nel 1928. Il convoglio è arrivato in perfetto orario, alle 10.40, dopo essersi fermato in tutte le stazioni della Valle Roya e della Valle Vermenagna.

La sindaca di Borgo Roberta Robbione ha accolto sul terzo binario il collega di Breil Sébastien Olharan, sceso dal treno storico insieme a tutti i primi cittadini della Val Roya.

Poi la delegazione si è spostata a piedi all'Auditorium di Palazzo Bertello per una cerimonia istituzionale.

"Oggi siamo qui per rinsaldare un'amicizia e un gemellaggio forte, anche perchè siamo legati dal progetto Alcotra VermenagnaRoya, studiato e pensato per far crescere le nostre realtà. Un progetto che vede Borgo capofila. Ci crediamo tanto perche il nostro territorio non sia solo di passaggio ma un insieme di tanti luoghi dove fermarsi e gustare le bellezze naturali, gastronomiche e culturali. Non ci sono ostacoli quando c'è la volontà dei popoli di unirsi attraverso percorsi comuni", ha dichiarato la sindaca di Borgo Roberta Robbione.

È un piacere rinnovare oggi questo gemellaggio – gli fa eco il sindaco di Breil Sébastien Olharan -. Un gemellaggio non è solo una firma su un documento. Ci sono scambi e iniziative comuni. Il treno delle meraviglie è il nostro patrimonio comune. Tra l'altro nel lontano dicembre 1999 l'allora sindaco di Breil Gilberto Mary era qui a Borgo per iniziare il gemellaggio proprio durante la Fiera Fredda. Oggi facciamo la stessa cosa ed è quindi qualcosa di simbolico”.

 

Walter Cesana ha ripercorso le tappe storiche del lontano legame fra Borgo e Breil, poi culminato nel gemellaggio del 2000 di cui sono testimoni Marco Borgogno e Joseph Ghirardi, allora sindaco di Borgo e vicesindaco di Breil. Entrambi sul palco a ripercorrere la storia di questa amicizia, resa possibile anche grazie al contributo di due personaggi purtroppo scomparsi come il senatore Josè Balarello e il sindaco di Breil Gilbert Mary.

Presente all'evento anche Piermario Giordano, presidente del Parco Alpi Marittime: “Sono anni che collaboriamo con il Parco Mercantour. L'obiettivo, condiviso da Italia e Francia, è quello di arrivare ad un primo parco internazionale di terra. Sarebbe un passo importante, sia per l'Italia che per la Francia e per l'Europa”.

A spiegare il percorso e il futuro del progetto Alcotra è salita sul palco Cristiana Taricco: “Abbiamo avviato un ciclo partito come Vermenagna-Roya, nostro patrimonio, nostro turismo. Ora siamo al secondo progetto che vuole valorizzare la linea ferroviaria con i lavori che partiranno a breve nelle stazioni di Borgo e Roccavione. Poi c'è un terzo progetto con cui puntiamo a realizzare un itinerario transfrontaliero che sarà pronto per il centenario della ferrovia Cuneo-Nizza da festeggiare nel 2028”.

Un evento che vede la collaborazione dell'ATL del Cuneese. La direttrice Daniela Salvestrin: “L'arrivo del treno storico mette in connessione questi territori non separati ma uniti dalle Alpi. Il progetto Alcotra vede l'ATL coinvolta. L'dea è quella di organizzare treni storici con cadenza fissa per dare la possibilità ai turisti di godere di questo bellissimo territorio. Borgo è oggi assoluta protagonista di questo primo weekend di dicembre, benedetta anche dalla prima nevicata che speriamo sia di buon auspicio per la stagione invernale alle porte”.

Un gemellaggio che dovrà essere rafforzato con il coinvolgimento di scuole e associazioni. Ne hanno parlato gli assessori Michela Galvagno e Thierry Guido. La borgarina Galvagno in particolare ha proposto di riattivare lo scambio epistolare tra studenti: “Un lavoro per cui serve pazienza, saper aspettare e andare adagio. Dobbiamo prendere spunto dalla nostra lumaca che va adagio ma lascia un segno, una traccia. E poi riattivare scambi culturali economici turistici. Il treno è partito, sta a noi non farlo fermare più”.

A chiudere la cerimonia lo scambio dei doni, poi il pranzo ufficiale ai tavoli di Palazzo Bertello con gnocchi al castelmagno, lumache e bollito. La giornata si è conclusa con la visita, per la delegazione francese, di MEMO4345 e del Museo dell’Abbazia di Pedona.

Cristina Mazzariello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium