/ Attualità

Attualità | 03 dicembre 2022, 18:02

Caro energia, il Comune di Mondovì stanzia fondi per aiutare over65 ed invalidi

L'intervento, di 60mila euro, è destinato al pagamento delle spese per le utenze (gas per uso domestico e per riscaldamento, fornitura elettrica e idrica) senza alcun trasferimento di denaro contante

Caro energia, il Comune di Mondovì stanzia fondi per aiutare over65 ed invalidi

Mondovì scende in campo a fianco dei cittadini in difficoltà per aiutarli contro il caro bollette. 

E' stata presentata questa mattina, sabato 3 dicembre, la misura che l'amministrazione ha deciso di adottare, in via straordinaria, e che prevede uno stanziamento rivolto ai cittadini invalidi e ai soggetti nati nel 1958 o negli anni precedenti che stanno attraversando condizioni economiche precarie, aggravate dalla crescita tariffaria delle utenze domestiche.

La decisione incontra sia la volontà tra l'amministrazione e i gruppi di minoranza, infatti, proprio il centrodestra aveva presentato un ordine del giorno su questo tema, approvato all'unanimità in consiglio lo scorso 27 ottobre (leggi qui). Proprio per questo erano presenti i consiglieri Enrico Rosso e Rocco Pulitanò alla presentazione dell'iniziativa.

"Abbiamo fortemente voluto questo provvedimento - il commento del sindaco, Luca Robaldo e dell'assessore alle politiche sociali Francesca Botto – perché consapevoli delle difficoltà che vivono molti concittadini oltre che per le segnalazioni da parte del tessuto associativo della città, che ringraziamo come sempre per la preziosa collaborazione. Esiste una fascia di popolazione piuttosto refrattaria a farsi aiutare e vogliamo provare a intercettarla grazie anche all’apporto collaborativo che ci verrà fornito dal Consorzio per i servizi socioassistenziali del Monregalese e dalla Caritas di Mondovì. In un periodo storico particolarmente delicato e instabile, ci sembrava doveroso, come Amministrazione, fare la nostra parte nel supportare una rete di solidarietà sociale già attiva da tempo e che ci consente di vivere in una Comunità che non lascia nessuno indietro".

Un intervento pensato per una fascia di popolazione particolarmente esposta all’aumento dei costi dell’energia, ma spesso intrappolata nel silenzio della dignità e del pudore personali. 

Il fondo destinato all'intervento è di circa 60mila euro che si aggiungono ai sostegni già stanziati dall'amministrazione destinati alle attività sportive (leggi qui).

Cinque i requisiti richiesti per l’accesso al bando:

  • essere nati nel 1958 e negli anni precedenti o avere nel nucleo familiare almeno un componente nato nel 1958 e negli anni precedenti o un componente invalido;
  • possedere la cittadinanza italiana oppure la cittadinanza di un Paese appartenente all’Unione Europea oppure la cittadinanza di un Paese non appartenente all’Unione Europea a condizione che il richiedente sia titolare di permesso di soggiorno nell’U.E. in corso di validità oppure in via di rinnovo, nel rispetto della vigente normativa in materia di immigrazione;
  • avere residenza nel Comune di Mondovì;
  • possedere ISEE ordinario o ISEE corrente in corso di validità non superiore a € 13.619,58 (limite stabilito dalla Regione Piemonte nella DD 1646/A1418A/2022 del 14/09/2022 per il Fondo Sostegno alla Locazione ed equivalente al doppio del valore di una pensione minima INPS per l’anno 2022);
  • avere titolarità (del richiedente o di uno dei componenti del nucleo familiare anagrafico) delle utenze domestiche (energia elettrica, gas o altra fonte di riscaldamento, acqua) riferite all’abitazione di residenza.

Due, invece, le fasce di priorità nelle quali verranno suddivisi i richiedenti, per una misura finalizzata comunque al pagamento delle spese per le utenze (gas per uso domestico e per riscaldamento, fornitura elettrica e idrica) senza alcun trasferimento di denaro contante.

L’apposita documentazione sarà disponibile sul portale telematico dell’Amministrazione comunale, all’ufficio Politiche Sociali del Comune di Mondovì (0174.559298, dal martedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.30), nella sede di Mondovì del C.S.S.M. (corso Statuto 13, 0174.676250, dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00) e presso la Caritas Diocesana di Mondovì (via della Funicolare 15, 0174.45070).

 

 

AP

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie della Val Bormida

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium