/ Saluzzese

Saluzzese | 03 dicembre 2022, 10:12

Aperta la nuova Porta di Valle di Saluzzo e pianura, nuovo accesso alla città e valli del Monviso [FOTO]

Inaugurata nell'ex ala mercatale di piazza Buttini. Il nuovo ufficio del turismo farà informazione, esposizione di prodotti del territorio, accoglienza turisti e vendita di pacchetti turistici. La piazza sarà a breve riqualificata

Momenti dell'inaugurazione della Porta di valle di Valle di Saluzzo e pianura in piazza Buttini

Momenti dell'inaugurazione della Porta di valle di Valle di Saluzzo e pianura in piazza Buttini

Un taglio del nastro tra entusiasmi e consensi, ieri mattina (sabato 2 dicembre) per la "Porta di Valle di Saluzzo e pianura", in piazza Buttini, accanto al Tribunale)

Per il sindaco Mauro Calderoni è “un significativo passo nella strategia di promozione delle Terre del Monviso”, il progetto di macro area turistica tra i più premiati dai fondi europei, che ha come fine ultimo la promozione turistica e il suo posizionamento come destinazione turistica di rilievo internazionale di tutti i territori del Monviso e delle sue valli.

Il percorso è frutto di un lavoro di anni, condiviso da tutto il territorio – ha sottolineato il primo cittadino, davanti ad un parterre folto di  sindaci, amministratori, rappresentanti sovra territoriali e operatori di settore.

"Non ci siamo limitati ai progetti ma abbiamo pensato anche all’organizzazione con la creazione in loco delle Porte di valle, copiando l’esperienza francese  e prendendo spunto dalla Porta di Valle di Brossasco, apripista e mamma di tutte le porte di valle". 

Si è scelta questa struttura storica dove si farà informazione, sarà vetrina dei prodotti del territorio, tour operator dello stesso, investendo nella riqualificazione dell’edificio e dell’area situata in una posizione strategica ( sia da un punto di vista stradale che ferroviario, sperando in una prossima riattivazione della stazione) per  accogliere le persone che arrivano in visita alla città.

Anche la piazza sarà riqualificata aumentando la qualità dell’accoglienza. Di fronte, su via Savigliano, sarà dedicato uno spazio per la movimentazione degli autobus turistici. La porzione di piazza antistante l’ex tettoia mercatale, avrà una  nuova pavimentazione in pietra con  panchine e piante, diventando  luogo di partenza per le visite della città. 

Il nuovo ufficio del turismo “Iat”  è già operativo, dopo il trasloco, nelle settimane scorse dalla precedente sede di piazza Risorgimento.  E’ gestito da Raffaella Giordano, guida turistica, tours operator e dal suo staff di  Insite Tours, agenzia vincitrice del bando comunale, a cui sono andati  gli auguri di  buon lavoro.

La porta di valle di Saluzzo e pianura sarà perno della rete di altre sei “Porte di Valle delle Terre del Monviso”, presenti nelle valli Infernotto, Po, Varaita, Maira, Grana e Stura, realizzate grazie ai fondi del progetto “Terres Monviso - T(o)UR”, finanziato nell'ambito del programma “Interreg Alcotra Italia.

La nostra nuova Porta di Valle –   ha concluso l’assessore al Turismo Andrea Momberto – è stata pensata come un punto centrale  per l’accoglienza di  chi vuole conoscere Saluzzo e le Terre del Monviso, svolgendo al contempo  attività di incoming. La sede  dispone di spazi ed attrezzature di qualità per svolgere questo compito ai quali si aggiunge la vera ricchezza dell’ufficio: il suo personale.

Presenti al taglio del nastro Silvano Dovetta, presidente dell’Unione montana Valle Varaita, Paolo Demarchi consigliere regionale, Dario Miretti presidente del Parco del Monviso, Roberto Colombero presidente Uncem Piemonte, Gabriella Giordano consigliere dell' Atl cuneese. 

Trasversalmente elogiato il lavoro di squadra e del sindaco Calderoni che hanno portato nel progetto di promozione turistica del Saluzzese e valli del Monviso milioni di euro di finanziamento. Una rete e una unione di comuni e valli che deve essere alla base di nuovi progetti di lunga gittata, con un turismo di macro area che guarda all’Europa.

Dopo l’ufficio turistico il resto della struttura di piazza Buttini dalle molteplici funzionalità sarà completata con l’inserimento di un punto ristoro  (ristorante / caffetteria), vetrina e vendita delle eccellenze delle Terre del Monviso.

La scorsa settimana la parte in via di ultimazione è stata presentata ad operatori del settore e il nuovo bando per la gestione degli spazi sarà pubblicato nelle prossime settimane dal Comune.

Vilma Brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium