/ Monregalese

Monregalese | 14 gennaio 2023, 15:01

Ceva, il muro vandalizzato diventa arte: inaugurato il murales di via Rovella [FOTO]

L'opera è stata realizzata dai giovani, tra i quali gli studenti del "Baruffi" e del Cfpcemon sede di Ceva, sotto la speciale guida di due tra i più famosi street artist milanesi: SteReal, alias Stefania Marchetto e KayOne, Marco Mantovani

Ceva, il muro vandalizzato diventa arte: inaugurato il murales di via Rovella [FOTO]

Un'opera fortemente voluta dal comune di Ceva per sensibilizzare i giovani al rispetto della "cosa pubblica" e per dire grazie al mondo del volontariato. 

E' stato inaugurato ufficialmente questa mattina, sabato 14 gennaio, “Tan, green and pink flowers", il murales di via Rovella che valorizza un'area nel cuore del paese, che in passato era stata anche vandalizzata.

L'opera è stata realizzata dai giovani, tra i quali gli studenti del "Baruffi" e del Cfpcemon sede di Ceva, sotto la speciale guida di due tra i più famosi street artist milanesi: SteReal, alias Stefania Marchetto e KayOne, Marco Mantovani

[Il muro prima dell'intervento]

Attraverso un intenso lavoro di ricerca, gli studenti hanno proposto riflessioni su importanti tematiche, che spaziano dall’attenzione al territorio, tra natura e paesaggio, alla tradizione fino ad arrivare al futuro, al rispetto del principio di uguaglianza, solidarietà e partecipazione.

 “Un evento importante” - ha detto l’assessore Silvia Piccardo che, insieme al vice sindaco Lorenzo Alliani e l'assessore Isabella Avoledo, ha portato il saluto del primo cittadino, Vicenzo Bezzone, assente per motivi di salute - “ma anche un giorno di ringraziamenti: alla prof. Ceravolo del “Baruffi” e alla responsabile del CfpCemon, Simona Giacosa,  che hanno aperto le porte della scuola consentendoci di collaborare con i ragazzi, siamo rimasti impressionati dalla loro capacità progettuale e questo ci fa ben sperare anche per iniziative future. Il grazie più grande va a chi rende bella la città, a vario titolo, non solo gruppi e associazioni ma anche ai singoli che destinano il loro tempo al prossimo, come abbiamo visto anche in periodo pandemico. Grazie infinite ai volontari civici che sostengono il comune e che ci sono stati vicini anche in questa iniziativa. L’ultimo grazie va a chi ha dato vita a quest’ora: Stefania Marchetto e Marco Mantovani che hanno saputo cogliere tutte le idee espresse e per averle tradotte in arte con un livello di sensibilità che non ci aspettavamo”. 

“Un lavoro di rigenerazione urbana è utile per rendere bello qualcosa che prima non lo era” - ha spiegato il curatore Alessandro Mantovani di Stradedarts- “L’Arte ha come intento quello di comunicare qualcosa, a partire dai valori del territorio.”

Il murales è provvisto di una targa con codice qr che spiega motivo del titolo dell’opere e mostra l’archivio fotografico delle fasi della realizzazione. 

 

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium