/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2023, 19:05

Ex Acna di Cengio: si attende il progetto esecutivo per la bonifica delle adiacenti sponde del fiume Bormida

In programma per il 9 marzo la conferenza dei servizi indetta da Ussri che vede all'appello Regione Piemonte e Liguria con le rispettive Arpa, le Province di Cuneo e Savona, i Comuni di Cengio e Saliceto, e le Asl competenti

Foto area della zona ex Acna di Cengio

Foto area della zona ex Acna di Cengio

Area A3 come l’Area 51? Sicuramente a livello di mistero possiamo paragonare la prima, che interessa le sponde del fiume Bormida a ridosso dell’ex Acna di Cengio, alla seconda, leggendaria base militare degli Usa, oggetto da sempre di teorie di impronta complottistica in merito al suo essere al centro di non meglio precisati esperimenti e addirittura presenze aliene.

Al di là del confronto, sicuramente le aree golenali del fiume del solca la valle dell’Alta Langa sono ancora una volta sotto la lente di ingrandimento per il recupero di una zona su cui si è già parlato tanto, non ultima l’idea di recuperarla per la produzione di idrogeno.

Ora l’ennesima conferenza dei servizi, indetta dall’Ussri per il 9 marzo, lo stesso organo del Ministero dell’ambiente che, alcuni mesi fa, aveva interpellato i sindaci per la riperimetrazione dell’area. In questa riunione, non in presenza, si dovrebbe approvare il progetto esecutivo di bonifica della zona A3 proposto dall’Eni Rewind nel 2021, per eliminare le sostanze inquinanti ancora presenti, e che, in caso di pioggia, diventano pericolose. Ricordiamo che la Eni Rewind ha già investito ben 372 milioni di Euro fino alla fine del 2021.

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium