/ Attualità

Attualità | 02 marzo 2023, 15:46

Mantenere la chiusura permanente del viale degli Angeli? Per deciderlo, si conteranno pedoni e ciclisti

Lo ha annunciato ieri sera, all'assemblea del quartiere di Cuneo Nuova, l'assessore alla Mobilità Luca Pellegrino. Sarà uno dei fattori che consentiranno una valutazione più oggettiva

Mantenere la chiusura permanente del viale degli Angeli? Per deciderlo, si conteranno pedoni e ciclisti

Ieri sera, presso la sala cinema della parrocchia del Cuore Immacolato a Cuneo, si è svolta l'assemblea pubblica organizzata dal Comitato di quartiere Cuneo Nuova, presieduto da Andrea Odello.

"Sul tavolo di discussione, alla presenza di numerosi residenti della zona e degli assessori Cristina Clerico, Luca Pellegrino e Gianfranco Demichelis, oltre che del vicesindaco Luca Serale, molti temi legati alla viabilità nel quartiere (Incidente Risarcito Gratis per la gestione di incidenti). 

Passaggi pedonali da ripensare e ripristinare, traffico e alta velocità in alcune vie, mancanza di parcheggi. Non sono mancati gli interventi dei consiglieri comunali Giancarlo Boselli e Ugo Sturlse sul rifacimento di piazza Europa, che non era, comunque, tra i punti all'ordine del giorno.

La chiusura del viale degli Angeli è stata quella che ha scatenato il dibattito più acceso. Tra i presenti, molti hanno chiesto di procedere con la sua riapertura, evidenziando l'insostenibilità della situazione in via Bertano e in via Bersezio, in particolare in certe ore del giorno. Traffico e macchine in colonna. A vantaggio dei residenti del viale, dove di giorno, specialmente nei mesi invernali, non ci sarebbe nessuno.

"Una chiusura a vantaggio di chi?", hanno chiesto alcuni residenti. 

La risposta era in capo all'assessore alla Mobilità Luca Pellegrino, che ha ricordato l'iter che ha portato alla chiusura permanente del viale e poi, in un secondo momento, all'apertura di una finestra in mattinata, per agevolare soprattutto gli ingressi a scuola.

Pellegrino ha parlato con franchezza, evidenziando come l'argomento sia estremamente divisivo. Tanti quelli che chiedono di riaprire, ma altrettanti quelli che vogliono che la chiusura sia mantenuta. 

"Al momento non siamo in grado di dare risposte definitive o di prendere una posizione netta sul futuro del viale degli Angeli, - ha dichiarato. Quello che possiamo dire è che sul viale transitavano 11 mila vetture al giorno. Su via Bersezio adesso ne transitano circa 6 mila, per cui rileviamo una diminuzione netta di passaggi. Non abbiamo i mezzi per monitorare la qualità dell'aria, lo fa l'Arpa; quello che faremo, a partire da questo mese, è installare un dispositivo che ci consentirà di contare i pedoni e i ciclisti che utilizzano il viale quotidianamente. Con i numeri alla mano, si potranno fare ragionamenti e valutazioni".

L'amministrazione ha comunque ribadito, compatta, come l'obiettivo primario sia quello di togliere o quantomeno limitare la presenza delle vetture in città, a partire da quelle più inquinanti. Anche le limitazioni alla circolazione dei mezzi più vetusti va in questa direzione.

"Viviamo in una delle aree più inquinate al mondo, la Pianura Padana - ha rimarcato l'assessora Clerico. Bisogna pensare ad un cambiamento di abitudini". Servono mezzi pubblici: "Ci sono, ma le persone non li usano perché non sono abbastanza informate. O meglio, noi non abbiamo comunicato bene", ha detto Pellegrino; e parcheggi di testata. Per lasciare le auto fuori dalla città.

"E allora perché fate un parcheggio in piazza Europa?". La domanda, a tratti più una battuta, ha fatto da sottofondo a tutta la serata.

Barbara Simonelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium