/ Attualità

Attualità | 30 marzo 2023, 06:56

Dronero: incontro tra cittadini e amministrazione comunale su lavoro svolto e progetti futuri

Nella Sala Milli Chegai si è tenuta una serata per fare il punto della situazione. Premiata dai cittadini la volontà di confronto dell'ente pubblico

Dronero: incontro tra cittadini e amministrazione comunale su lavoro svolto e progetti futuri

Giovedì 23 marzo a Dronero si è tenuta una serata davvero importante.

Nella Sala Milli Chegai del cinema teatro Iris, l’amministrazione comunale ha organizzato un incontro con i cittadini per fare il punto della situazione rispetto al lavoro svolto ma anche per presentare i progetti futuri. 

Presenti dell’amministrazione comunale il sindaco Mauro Astesano, il vicesindaco Mauro Arnaudo, gli assessori Marica Bima, Carlo Giordano, Maria Grazia Gerbaudo ed i consiglieri di maggioranza Pierluigi Balbi e Dario Ghio. Un impegno attivo, che ha riguardato e riguarda anche l’interno del Comune.

Puntare sulle nuove assunzioni è stato il primo obiettivo. Da 34 dipendenti una volta, infatti, il numero era poi sceso a 19, per riprendere finalmente di nuovo a salire con nuove assunzioni in quest’ultimo periodo.

All’interno del Comune è nata poi la sede centrale della protezione civile ed il 1° aprile, alle ore 11, verrà inaugurata la nuova sede della Polizia Locale. Sarà situata sotto i portici, vicinissima al Comune, nei locali dove una volta vi era l’edicola. 

La realizzazione di un Parco Giochi Diffuso, i lavori relativi alla messa in sicurezza dei contro soffitti nelle scuole ed il corso per i nonni vigili, i lavori in piazza XX Settembre ed in altri punti della città, il ripristino della Fiera degli Acciugai, le iniziative legate alla 1° Festa dello Sport, le collaborazioni con l’AFP, con la Pro Loco e con le varie associazioni del territorio, l’istituzione del distretto del commercio, l’inaugurazione della Panchina Rossa contro la violenza sulle donne e della Panchina Lilla per sensibilizzare sui Disturbi del Comportamento Alimentare, il progetto Costellazioni per bambini ed adolescenti contro l’abbandono scolastico, l’attenzione alle persone anziane ed il riconoscimento a Dronero come “Città amica delle persone con demenza”…

Sono solo alcuni dei progetti realizzati in questo primo anno e mezzo di insediamento. Molti gli obiettivi imminenti.

È scaduto lunedì 27 marzo il bando per la gestione del bar del Teatro, si attende quindi di sapere a chi sarà affidato. Vi è inoltre il progetto già presentato di una nuova palestra per l’Istituto Alberghiero, realizzazione che verrà fatta dalla Provincia in un terreno di proprietà del Comune molto vicino all’istituto.

In progetto, poi, il rifacimento (mantenendo la struttura) della palestra della scuola secondaria, affidata ad un gruppo di ingegneri di Ragusa, il cui progetto preliminare verrà presentato entro il 23 aprile e la realizzazione dei lavori è prevista entro il 2026: "Escludiamo l’uso dei container per gli studenti – ha detto il sindaco Astesano – I ragazzi usufruiranno delle altre strutture a disposizione.” 

L’uso dei container è escluso anche per quanto riguarda l’abbattimento e la ricostruzione della scuola di Oltre Maira. Si tratta di un progetto molto importante di cui al momento si sta ragionando sui costi e per cui in questa settimana dovrebbero essere individuati i locali che ospiteranno gli studenti in un tempo di all’incirca 2 – 3 anni (tempo stimato per i lavori).

L’inizio della realizzazione della nuova scuola non è al momento stato stabilito, ma si prevede di chiudere l’accesso all’edificio con l’estate.

Per quanto riguarda in generale le scuole, l’amministrazione comunale ha espresso la volontà di creare l’attraversamento pedonale illuminato, fermate fisse dello scuolabus e percorsi a piedi accompagnati.

È in fase di chiusura il progetto per  l’acquisto del Convitto in via Roma. La biblioteca, ora situata nel piano terra del museo civico Luigi Mallé verrà trasferita.

L’assessore Carlo Giordano ha tenuto a precisare: “Il museo Mallé è un gioiello d’arte che desideriamo valorizzare, rispettando le volontà allora espresse da Luigi Mallé di adibire l’intera casa, e quindi anche dove ora c’è la biblioteca, a museo d’arte”. All’interno del Convitto si sta valutando anche l’ipotesi di creare una foresteria.

Altri progetti ancora, con il bando relativo al rifacimento della Stazione, che ha riscontrato una notevole partecipazione e che vuol essere la rinascita di un’altra area importante della città. Inoltre, il rifacimento della scala di Prabunet e la realizzazione di un ascensore che collega con il centro storico, la creazione dei Parcheggi Rosa per le donne incinte, l’abbattimento della struttura del Bersaglio a causa del suo stato (mantenendo però l’arrampicata).

Tanti sono poi i progetti culturali che partiranno da ora ed in estate, quali ad esempio il Ponte del Dialogo o il Giardino delle idee in collaborazione con i Comuni di Busca e Caraglio. Quel fare comunità che nell’attenzione al prossimo ed alla bellezza emerge in tutta la sua importanza.

L’amministrazione comunale di Dronero ha voluto guardare anche alla viabilità ed alla sicurezza: sono 11 le telecamere posizionate in vari luoghi ed i controlli hanno portato al sequestro di ben 23 veicoli nell’ultimo periodo.

Opinioni contrastanti sta destando la scelta di adibire piazza Beltricco ad area verde. Alcuni cittadini, infatti, si sono lamentati della diminuzione in questo modo dei parcheggi oltre che, a fronte della crisi idrica, temono uno spreco d’acqua.

Il sindaco Mauro Astesano ha spiegato: “Abbiamo pensato di rendere verde quell’area pensando ai bambini ed ai ragazzi delle scuole lì vicino, ma anche perché era uno spazio ben poco curato e dove più che macchine si vedevano tir. Abbiamo pensato naturalmente anche all’acqua, poiché ne avremo risorsa da parte della Fondazione CRC”.

Lamentele sono giunte poi per la situazione di alcune aree, in particolare nelle vicinanze del Mulino Cavanna dove molti cittadini incuranti del luogo buttano a terra ad esempio bottiglie e fazzoletti. Segnalato anche il cattivo stato del cimitero e la preoccupazione per il suo mantenimento dopo che l’operaio è andato in pensione. Su questo fronte il comune si sta muovendo per trovare una persona che alcuni giorni a settimana possa ricoprire l’incarico.

Da parte di alcuni cittadini è stata chiesta una maggiore attenzione ai giovani ed alle occasioni di svago per prevenire il disagio ed i comportamenti devianti.

È stato richiesto, infine, un’attenta dislocazione dei parcheggi invalidi ed un maggior controllo in questo senso da parte della Polizia Locale, segnalando situazioni di non rispetto della funzione di questo tipo di parcheggio.“Non siamo tutti qui perché non siamo contenti”, ha tenuto a precisare una cittadina. È emersa, infatti, anche molta soddisfazione per il lavoro svolto finora dall’amministrazione comunale, nonché per la volontà di confrontarsi con i cittadini.

Beatrice Condorelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium