/ Economia

Economia | 29 novembre 2023, 10:00

Grazie, Presidente! Grazie, Primo Ministro! Il saluto di Ghisolfi a Bajram Begaj ed Edi Rama

Il banchiere internazionale e scrittore ha preso parte, su alto invito del Capo dello Stato, alla celebrazione per il 111esimo anniversario della Festa nazionale dell'Indipendenza dell'Albania

Grazie, Presidente! Grazie, Primo Ministro! Il saluto di Ghisolfi a Bajram Begaj ed Edi Rama

Il banchiere internazionale e scrittore ha preso parte, su alto invito del Capo dello Stato, alla celebrazione per il 111esimo anniversario della Festa nazionale dell'Indipendenza dell'Albania, svoltasi presso il palazzo delle Brigate alla presenza delle massime autorità politiche, economiche e diplomatiche. 

Il professor Ghisolfi, dopo una giornata trascorsa nel Comune di Puke, nel distretto regionale di Scutari e in una suggestiva area di pregio silvicolo e orografico, per officiare assieme ai vertici dell'amministrazione comunale la cerimonia dell'alzabandiera, si è recato nella capitale Tirana per aderire alle solenni attività istituzionali promosse dalla Presidenza della Repubblica e dal suo Capo dello Stato onorevole Bajram Begaj, del quale il Banchiere stesso ha più volte elogiato l'impegno e la sensibilità a favore dell'educazione e dell'istruzione delle giovani e giovanissime generazioni, un ambito che vede entrambi appieno convergenti. 

Il Presidente della Repubblica ha accolto assieme alla propria First lady Armanda alcune centinaia di personalità del mondo politico, economico, religioso, accademico, della diplomazia, dei mass media e della pubblica amministrazione. Sul palco d'onore, assieme a luì, il Primo Ministro on. Edi Rama con la moglie Linda, la Presidente del Parlamento albanese on. Lindita Nikolla assieme al proprio consorte, e da Pristina la Presidente della Repubblica del Kosovo on. Vjosa Osmani. 

Il Presidente Begaj, nel corso del proprio intervento e messaggio di saluto alle autorità presenti, ha sottolineato prima di tutto che la giornata del 28 Novembre è un evento in grado di riunire, in ogni parte del mondo, ciascun cittadino Albanese e amico del Popolo del Paese delle Aquile, sulla base di radici di appartenenza, identità, lingua e patrimonio storico culturale che oltrepassano il concetto di singolo Stato per abbracciare quello di Patria comune e incentivare il concetto di cooperazione fra entità statuali. A questo proposito, il Capo dello Stato ha rimarcato la fortuna di poter contare su due Stati albanesi nel contesto regionale: la cooperazione con il Kosovo deve evolversi nella maniera più stretta e complementare possibile, in modo da allinearci massimamente alle aspettative dei nostri concittadini. 

Il fattore albanese - ha aggiunto il Capo dello Stato di Tirana - sta dimostrando di svolgere un ruolo di rilievo nelle relazioni regionali e internazionali, grazie a un impegno diplomatico che deve procedere di pari passo con il miglioramento continuo delle condizioni politiche e di vita sia in madrepatria che all'estero, in uno scenario di competizione e di collaborazione con altri Paesi sul fronte delle risorse umane e intellettuali, e a tale traguardo concorre in ottica partecipativa il riconoscimento del voto alla Diaspora albanese e della rappresentanza politica della stessa per il tramite della riforma elettorale. Coloro che fanno parte dell'assemblea legislativa parlamentare dovrebbero agire nel migliore interesse dei cittadini e fare prevalere le ragioni del confronto e della convergenza virtuosa rispetto alla logica dello scontro. 

Soprattutto in una fase come quella attuale in cui l'economia cresce a buoni ritmi, creando le condizioni per accrescere gli sforzi in ambiti come la sanità, l'agricoltura e l'istruzione, e in cui una giornata come quella del 28 Novembre appena trascorso costruisce il futuro - senza che lo si debba più attendere - e ci avvicina armonicamente all'Unione Europea che resta priorità nazionale e del mandato presidenziale dell'onorevole Begaj. 

Il professor Ghisolfi, consigliere del CNEL - il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, organo colleghe consultivo del Governo Meloni - e rappresentante dell'Italia nel consiglio di amministrazione del gruppo mondiale delle Casse di risparmio, istituzione a cui aderisce altresì l'Albania, ha espresso la propria gratitudine e riconoscenza al Presidente Bajram Begaj e al Primo Ministro Edi Rama (che già pubblicamente ringraziò nel 2020 in occasione dell'invio di un contingente di medici da Tirana nell'Italia colpita dalla pandemia), elogiandone il ruolo determinante nello sviluppo progressivo delle storiche e ancor più presenti relazioni culturali, sociali ed economiche fra Italia e Albania. 

Il professor Ghisolfi si è inoltre congratulato per i risultati dell'azione politico istituzionale in una crescita anche qualitativa dell'economia fondata sulla modernizzazione dei servizi pubblici e dei mercati strategici - energia e capitali - e sulla promozione di una forte integrazione fra scuola, sistema educativo civico e professionale, formazione e impresa.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium