/ Politica

Politica | 22 febbraio 2024, 16:49

Provincia, con tutta probabilità si voterà a fine settembre per il rinnovo del Consiglio

Una consultazione che coinvolgerà, ancora una volta, solo i consiglieri comunali e non riguarda il presidente Luca Robaldo, che resta in carica. Dell’annunciato ritorno all’elezione diretta, nel frattempo, si sono perse le tracce

Provincia, con tutta probabilità si voterà a fine settembre per il rinnovo del Consiglio

La Commissione Affari Costituzionali del Senato ha approvato ieri diversi emendamenti riformulati presentati dalla maggioranza per posticipare le elezioni provinciali al 29 settembre.

Le proposte approvate, presentate al Dl elezioni, riguardano “41 province" che andrebbero al voto ad agosto e non quelle che "stanno votando in questi giorni”, spiegano fonti parlamentari.

Per la Provincia di Cuneo - se il provvedimento diventerà definitivo – si potrebbe dunque andare alle urne per eleggere il Consiglio provinciale ad inizio autunno, dopo l’ampia tornata amministrativa dell’8 e 9 giugno che nella Granda interessa 172 Comuni.

Si voterà – lo ricordiamo – per il solo Consiglio provinciale e non per il presidente, Luca Robaldo, che resta in carica.

Un’elezione, ancora una volta, di secondo grado riservata ai soli amministratori comunali.

Dell’annunciato ritorno all’elezione diretta del presidente della Provincia e del Consiglio provinciale si sono infatti perse le tracce.

Nessuno sa esattamente a che punto sia l’iter, arenatosi – a quanto risulta – nella Commissione Affari Costituzionali a Palazzo Madama.

I roboanti annunci hanno ceduto il passo ad un assordante silenzio.

GpT

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium