/ Economia

Economia | 25 febbraio 2024, 08:43

Da Savona a Ceva per creare un centro di “specialità alimentari” con le produzioni locali

Imprenditori liguri aprono uno stabilimento nell’area industriale. Il sindaco Bezzone: “Dall’amministrazione un ben venuto alla famiglia Tomatis. Importanti ricadute sul territorio in termini occupazionali e per l’indotto in ambito agroalimentare”

Da Savona a Ceva per creare un centro di “specialità alimentari” con le produzioni locali

Hanno scelto Ceva perché punto di incontro tra Piemonte e Liguria, tra Langa e montagna, per preparare, confezionare e distribuire i loro piatti di gastronomia, realizzati solo con prodotti del territorio e seguendo le tradizioni culinarie piemontesi e liguri.

Aprirà tra fine aprile ed inizio maggio, il centro di produzione di specialità agroalimentari dell’azienda familiare Tomatis, già operativa nel settore gastronomico da molti anni con due sedi in Liguria: una macelleria a Borgio Verezzi e a Savona, con uno stabilimento simile a quello cebano. L’azienda avrà il suo centro produttivo e distributivo nell’area industriale di Ceva, in via Einaudi, con uno spazio più grande per la produzione del cibo e un altro per accogliere gli uffici amministrativi.

“Abbiamo scelto questo insediamento produttivo a Ceva dopo una lunga riflessione - spiega Elena Tomatis che insieme a papà Stefano e ai fratelli Bruno ed Enrico si occupa dell’azienda -. Qui possiamo contare su un punto strategico di riferimento tra Piemonte e Liguria, abbiamo le Langhe a due passi e poi un’arteria autostradale molto comoda. Inoltre Ceva, oltre a essere il luogo di origine della mia famiglia, è anche il crocevia importante di produzioni locali di qualità, di saperi e sapori che parlano delle nostre tradizioni. Da qui partiranno le nostre produzioni, per rifornire la grande distribuzione ma anche le mense ed il settore della ristorazione, dalle gastronomie ai ristoranti. Stiamo definendo gli ultimi dettagli e tra pochi mesi saremo operativi”.

Lo stabilimento di specialità alimentari della famiglia Tomatis sarà anche una grande opportunità occupazionale per il Cebano. “Per il momento - conclude Elena Tomatis - non sappiamo ancora di preciso quante persone potremo assumere, perché tutto dipende dai collaboratori che sceglieranno di seguirci da Savona. Per ora possiamo dire però, che di sicuro siamo già pronti a siglare almeno cinque nuovi contratti”. Autista con patente B, cuochi e ragionieri, sono per ora le figure più ricercate, alle quali potranno presto aggiungersene altre.

Soddisfatto il sindaco Vincenzo Bezzone che, su invito degli imprenditori Tomatis, ha già visitato lo stabilimento produttivo. “L’insediamento dell’azienda agroalimentare si inserisce perfettamente nella linea tracciata dall’amministrazione del Comune di Ceva sul potenziamento e lo sviluppo di tutto il settore agroalimentare. In questo caso garantendo anche posti di lavoro e la creazione di un indotto agricolo a km zero, che sarà il maggior fornitore della materia prima. Un investimento importante nel rispetto del territorio e della sostenibilità ambientale, che è da sempre un obiettivo di questa amministrazione che con lungimiranza, ha creato un Polo agroalimentare proprio per  trasformare e commercializzare le produzioni locali che rappresentano un tratto distintivo e da valorizzare delle nostre vallate”. 

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium