/ Altri sport

Altri sport | 01 marzo 2024, 17:35

Biathlon, mondiali Junior: Carollo e Giordano conquistano il bronzo nella staffetta maschile

Con loro a Otepaa (Estonia) anche Davide Cola: la gara è stata vinta dalla Norvegia, con ampio margine sulla Francia

Biathlon, mondiali Junior: Carollo e Giordano conquistano il bronzo nella staffetta maschile

Il terzetto composto da Michele Carollo, Davide Cola e Nicola Giordano conquista la Medaglia di Bronzo nella Staffetta Maschile dei Mondiali Junior di Otepaa, Estonia.

La gara è stata vinta dalla Norvegia, con ampio margine sulla Francia. Protagonista indiscusso della prima frazione è senza alcun dubbio Michele Carollo. Il cuneese del CS Carabinieri, dopo aver impiegato una ricarica nel tiro a terra, si ricongiunge prontamente a Kulbin (EST) e Skogrand (NOR), che non avevano sbagliato, trascinandosi anche lo
svizzero Burch.

Nel tiro in piedi, poi, l’azzurro non sbaglia, attestandosi al secondo posto alle spalle del francese Carlier, che era stato più rapido di lui. Anche Kocmanek (CZE) e Burch escono con lo zero in piedi, mentre perdono terreno Skogrand e Kulbin, rispettivamente con due e tre bersagli mancati, poi coperti con le ricariche.

Nel terzo giro, Carollo è una furia! Supportato evidentemente anche da sci estremamente performanti, lascia sul posto Kocmanek, riprende Carlier e lo stacca. Al cambio, il vantaggio sugli inseguitori è nell’ordine dei 13 secondi; semplicemente eccezionale!

Ricevuto il testimone da Carollo, Davide Cola gestisce il ritmo sugli sci con grande intelligenza: consapevole di non essere superiore agli inseguitori, mantiene un’andatura regolare in funzione del poligono, facendosi assorbire dal gruppetto con Norvegia, Francia e Repubblica Ceca. Trova il doppio zero, sia a terra che in piedi, in due serie delicate perché particolarmente selettive. Fa meglio di lui solo il norvegese Alm, il quale, nonostante un bersaglio mancato nel tiro in piedi (prontamente coperto con la ricarica), è decisamente superiore al piemontese sugli sci ed allunga fino ad accumulare un margine di 10 secondi.

Al terzo posto il francese Bouchex-Bellomie, che perde contatto con le prime due posizioni dopo aver mancato due bersagli in piedi, cambiando 22 secondi più indietro rispetto all’Italia. Le posizioni del podio appaiono già in ghiaccio, poiché la Slovenia, che si attesta al quarto posto seguita dalla Germania, dista oltre un minuto e venti dalla medaglia di bronzo.

In apertura di ultima frazione, il norvegese Kalkenberg fa subito il vuoto, allungando prepotentemente su Nicola Giordano e passa indenne il primo poligono con il 5/5. Improvvisamente, però, peggiorano leggermente le condizioni al poligono e sia Giordano che il francese Guy vanno in grande difficoltà. Il transalpino si salva con le ricariche e sale al secondo posto, mentre Giordano sarà costretto a compiere 2 giri di penalità, perdendo secondi importanti anche per un problema alla carabina; probabilmente, un problema nell’inserimento della ricarica.

Con condizioni migliori, lo sloveno Grosselj Simic non sbaglia e si avvicina con prepotenza all’azzurro, al quarto posto.

Kalkenberg, forte anche di due minuti di vantaggio sulla Francia, si concede il lusso di “giocare” con il poligono: realizza, infatti, una serie rapidissima, mancando tuttavia il terzo ed il quarto colpo.

Impiegherà tutte le tre ricariche per coprire i due bersagli mancati, ma la Medaglia d’Oro non è mai stata in discussione per il terzetto norvegese. Per Kalkenberg sono 3 ori consecutivi, dopo i due individuali nella Sprint e nella Mass Start 60.

Dietro, sembra quasi ripetersi lo scenario del poligono precedente: Guy manca l’ultimo colpo ed impiegherà due ricariche per coprire il bersaglio. Anche Giordano manca un bersaglio con i 5 colpi del caricatore, coperto dopo aver utilizzato due ricariche, ma grazie alle difficoltà di Grosselj Simic, si assicura comunque una Medaglia di Bronzo costruita da Carollo, protetta da Cola e difesa da Giordano, con la Francia di Argento.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium