/ Politica

Politica | 29 marzo 2024, 19:27

A Revello l’assessore Katia Disderi rassegna le dimissioni: “Il sindaco Daniele Mattio è stato irrispettoso nei mie confronti”

La replica del primo cittadino: “Era in trattativa con altre liste avversarie pur mantenendo il suo incarico in Giunta”

Il sindaco Daniele Mattio con l'ex assessore Katia Disderi

Il sindaco Daniele Mattio con l'ex assessore Katia Disderi

Katia Disderi, assessore al Comune di Revello con delega alla Pubblica istruzione, sport, commercio e turismo sollecitata dal sindaco Daniele Mattio avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni oggi, venerdì 29 marzo, ma ha deciso di anticiparle ieri consegnandole personalmente in Municipio all’ufficio protocollo.

L’assessore uscente è insegnante di scuola primaria nel plesso di Pagno e da 10 anni siede in Consiglio comunale nella maggioranza del sindaco Daniele Mattio

Il motivo per cui Disderi ha dovuto rassegnare le dimissioni, sarebbe stata la richiesta da parte del primo cittadino a poco più di due mesi dall’elezioni amministrative (dell’8 e 9 giugno).

I dissapori tra Disderi e Mattio sono sorti  a metà del giugno scorso in seguito all’organizzazione dell’evento ‘Sport e soliderietà’, legato ad un’esibizione di auto da rally a scopo benefico, per una raccolta fondi a favore dell’associazione ‘Fiore della vita’ e dell’Ail (associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mielomi) che aveva il patrocinio del Comune, organizzata dalla locale associazione dei commercianti ComArt, ma che è stato annullato alla vigilia per la mancanza dei requisiti di sicurezza.

Chiediamo all’ormai ex assessore Katia Disderi di spiegarci le motivazioni.

Cos’è successo lo scorso metà giugno in occasione dell’organizzazione dell’evento ‘Motori e solidarietà’? Ha dovuto davvero essere abolito perché mancavano  da parte dell’associazione che si occupava della sfilata di auto da rally le autorizzazioni necessarie?

Il sindaco si è comportato scorrettamente ed in modo irrispettoso nei miei confronti in quel frangente urlandomi di zittire in piazza, senza darmi possibilità di replica, davanti alla presidente dell’associazione commercianti dei Revello Mara Mairone ed un buon numero di commercianti presenti in quel momento, senza ascoltare neppure gli organizzatori dell'associazione Freedrift".

Ma non erano stati richiesti i permessi relativi al piano di sicurezza, dato che si trattava di una manifestazione sportiva con auto da rally? 

“L’evento era stato organizzato con il patrocinio del Comune di Revello, approvato in Giunta, e con la comunicazione da parte dell’associazione al comando della Polizia locale”.

Questa situazione ha fatto quindi incrinare i suoi rapporti con il sindaco Mattio.

Sì ma ho continuato  comunque a lavorare per il bene del paese, nonostante non mi fossero state fatte le scuse  da parte del sindaco, portando avanti in questi nove mesi tutti gli impegni  che avevo assunto in questi anni di mandato: ho proseguito gli eventi e le attività con Octavia, con i Comuni  riconosciuti dalla ‘bandiera arancione’ di cui Revello fa parte. Inoltre con l’estate bimbi e l’estate ragazzi, le attività di animazione di laboratorio per bambini ‘Ascolta e crea in biblioteca’, la collaborazione con le scuole e il doposcuola le attività per il Natale gli eventi con la compagnia del Buon Cammino, riguardanti lo spazio outdoor oasi della frutta, fino all’organizzazione degli eventi con i prodotti De.co, la denominazione comunale relativa alla promozione dei prodotti locali che caratterizzano il territorio di Revello, che si sono tenuti recentemente”.

Ha deciso di lasciare la politica o sta pensando di riproporsi  in una delle due liste che affronteranno quella di Mattio con i candidati a sindaco Mario Campanella e Paolo Motta?

Sto prendendo il mio tempo per decidere. Le dimissioni mi permettono di essere indipendente e di esplorare diverse opzioni senza pressioni. Se sceglierò di continuare il mio impegno, sarà solo per il bene di Revello e dei suoi cittadini.

In tanti mi fermano per strada e mi esortano a continuare ad offrire il mio contributo al paese come ho fatto in questi 10 anni”.

LA REPLICA DEL SINDACO DANIELE MATTIO

Sindaco come mai ha chiesto le dimissioni dell’assessore Disderi?

Mi sono visto costretto a chiamare l’assessore Disderi e convincerla a rassegnare le dimissioni, dopo che ho saputo che la scorsa settimana aveva partecipato all’incontro di una delle due liste avversarie, quella in cui è candidato sindaco Paolo Motta”.

Non si sarebbe più messa in lista con voi?

Nel momento in cui abbiamo stilato la nostra lista ci aveva detto che non si sarebbe più candidata.

Si è comportata senza rispetto nei confronti di Consiglio e Giunta, continuando a partecipare anche alle ultime sedute”.

La ‘goccia che ha fatto traboccare il vaso’ è stato quindi l’annullamento dell’evento dello scorso giugno?

“La manifestazione ‘Sport e soliderietà’, che si sarebbe dovuta svolgere a metà giugno, era stata presa in mano, dal punto organizzativo, da parte dell’assessore Disderi senza dare particolari dettagli né alla Giunta né ai funzionari comunali preposti.

Sono stato quindi mio malgrado obbligato a bloccare la manifestazione automobilistica, perché mancava il piano sicurezza, visto che si trattava di macchine da rally e non di auto storiche, come era stato detto precedentemente anche durante la riunione di Giunta”.

L’assessore Disderi sostiene che fosse stato dato il patrocinio del Comune.

“Il patrocinio del Comune era stato dato agli eventi collaterali organizzati dai commercianti, come la sfilata di moda e alle rappresentazioni sportive di danza”.

Aveva già pensato di chiedere le sue dimissioni all’epoca dei fatti?

No. Ma ho pensato fosse necessario si dimettesse quando ho saputo che, pur essendo ancora parte della Giunta, ha partecipato agli incontri degli avversari.

Appena ne sono venuto a conoscenza ho chiesto le sue dimissioni entro Pasqua per dare ancora la possibilità di portare a termine i laboratori con i bambini in biblioteca, a cui lei teneva molto.

Sono molto rammaricato di questa situazione verificatasi dopo 10 anni di vita politica assieme, nella nostra compagine, perché promuovere una campagna elettorale per altri rimanendo nella Giunta è stata una decisione che consideriamo eticamente dubbia. Una vera e propria  situazione di conflitto d'interessi”.

Ha già nominato qualcuno al posto di Katia Disderi

Sì stamattina ho nominato assessore con delega alla Pubblica istruzione, sport, commercio, la nostra consigliera Graziella Costa a cui auguro buon lavoro in Giunta”.

Anna Maria Parola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium