ELEZIONI REGIONALI
 / Cronaca

Cronaca | 14 maggio 2024, 07:19

Entrano in un cortile condominiale a Centallo e rubano una bici: condannati

Imputati di furto in abitazione aggravato, il giudice ha condannato i due ragazzi ad una pena sospesa di un anno e mezzo di reclusione. La bicicletta venne ritrovata in Piazza Nuto Revelli. L'episodio, nell'agosto 2021

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Era l’agosto del 2021 quando R.G. e M.G., entrarono in un cortile condominiale di Centallo e rubarono una bicicletta. La “bravata” è costata entrambi una condanna in tribunale a Cuneo con l’accusa di furto in abitazione aggravato.  A raccontarlo in aula era stata la vittima del furto.

Come spiegato dal commissario della polizia locale di Centallo in quel periodo quel condominio era stato preso di mira: “Eravamo allarmati perché fino dal gennaio di quell’anno fino all’autunno – ha riferito il testimone – erano stati segnalano numerosi furti di biciclette, Alcuni denunciati e altri no”.

Nel corso dell’udienza è emerso che i soggetti, quel pomeriggio, d’agosto, sarebbero stati in tre i soggetti ad essersi intrufolati nel cortile qualche minuto dopo le 12.30. Ad incastrarli, erano stati i filmati delle videocamere di sorveglianza comunale: “I video mostrano tre ragazzi sui vent’anni circa uscire dal palazzo comunale e andare verso il condominio in Via Crispi - ha proseguito-. Uno dei due aveva scavalcato la cancellata, l’altro si era appeso fino a staccare i piantoni laterali per creare un’uscita e il terzo di loro lo si vede transitare in una strada adiacente e poi uscire dalla ona di campo della videocamera”. Il commissario, come riferito in aula, nessun dubbio sull’identità di uno degli imputati: “Abbiamo riconosciuto subito R.G., il ragazzo che dopo ver scavalcato il cancello ha preso la bicicletta e l’ha fatta passare attraverso l’apertura creata dall’altro soggetto - ha concluso -. Quanto a M.G., lo si vede entrare in comune qualche minuto dopo. Il terzo ragazzo è rimasto ignoto”.

La bicicletta venne poi ritrovata in piazzale Nuto Revelli, luogo dove spesso vengono abbandonate le bici rubate.

Per gli avvocati difensori dei ragazzi, che ne hanno chiesto l’assoluzione, nessuna prova che fossero realmente loro gli autori del furto. Il giudice ha condannato i ragazzi ad 1 anno e 6 mesi di reclusione, concedendo a entrambi il beneficio della sospensione condizionale, e al pagamento di 300 euro di multa.

 

CharB.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium