ELEZIONI REGIONALI
 / Cronaca

Cronaca | 15 maggio 2024, 13:16

Non c'è pace per il liceo di Cuneo: nel giorno del rientro in aula, nuovi crolli allo Scientifico

E' successo questa mattina 15 maggio, in corridoio. Il crollo avvenuto in un'aula, durante l'intervallo, è stato provocato da uno studente, che ha lanciato un astuccio. Il ragazzo è stato identificato

Non c'è pace per il liceo di Cuneo: nel giorno del rientro in aula, nuovi crolli allo Scientifico

Non c'è pace per il liceo di corso Giolitti a Cuneo, riaperto questa mattina dopo tre giorni di chiusura decisi dal dirigente a seguito di alcuni controlli dello Spresal dell'Asl CN1, che ha rilevato un non adeguato livello di sicurezza a tutela degli studenti e del personale. 

I controlli erano scaturiti da un esposto presentato a seguito dell'episodio dello scorso 6 marzo.

Il dirigente Alessandro Parola, che si sta facendo tutelare da un legale, è stato pesantemente sanzionato proprio per queste inadeguatezze. Ieri, a seguito di un sopralluogo alla presenza anche della Procura, la Provincia è intervenuta con alcuni lavori urgenti all'impianto elettrico. Sostituite anche le parti ammalorate della controsoffittatura.

Stamattina, al rientro a scuola per mille studenti, in didattica a distanza sabato, lunedì e martedì, alle 8.10, un episodio di distacco di calcinacci dal soffitto, nel corridoio vicino alla postazione della collaboratrice scolastica, al secondo piano, proprio sotto l'aula interessata dal precedente crollo, quello nell'aula 93 bis, inaccessibile agli studenti e al personale scolastico proprio a seguito di quell'episodio. 

Il secondo - su cui circola il video che alleghiamo qui sotto - si è invece verificato in un'aula durante l'intervallo. Ma si tratta, in realtà, di un atto vandalico. Uno studente ha infatti lanciato un astuccio e ha provocato il crollo. E' stato identificato e ha poi ammesso la propria responsabilità.

La Provincia è intervenuta immediatamente con i suoi tecnici e con quelli dell’impresa che si sta occupando dei lavori alla scuola. E' stata monitorata la situazione dei controsoffitti a quadrotte leggere, tenuto conto degli importanti fenomeni atmosferici della notte e attualmente in corso.

I forti temporali notturni hanno, infatti, provocato una nuova infiltrazione la cui origine è stata individuata da una vecchia gronda originale interna al fabbricato (in corrispondenza della torretta di corso Giolitti), che ha causato l’imbibizione e il conseguente spappolamento di una quadrotta nel corridoio del primo piano.

Dopo essere stata subito rimossa, si è proceduto ad altre ulteriori verifiche constatando anche che il sottotetto (lato via XX Settembre) risulta asciutto e che quindi il fenomeno dell’infiltrazione è rimasto circoscritto. Sempre questa mattina si è verificato nell’istituto un episodio di danneggiamento di un’ulteriore quadrotta ascrivibile a vandalismo, su cui si sta intervenendo.

Barbara Simonelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium