/ Politica

Politica | 28 maggio 2024, 08:45

Incontri in sede ACLI con alcuni candidati alle prossime elezioni appartenenti ai due schieramenti di Centrodestra e Centrosinistra

Si sono svolti martedì 21 e lunedì 27 maggio

Incontri in sede ACLI con alcuni candidati alle prossime elezioni appartenenti ai due schieramenti di Centrodestra e Centrosinistra

La presidenza provinciale delle Acli Cuneesi, con il presidente provinciale Elio Lingua, ha incontrato, nella propria sede di piazza Virginio, alcuni candidati alle prossime elezioni, per garantire un confronto costruttivo, nell’ambito della posizione apartitica e pluralista che caratterizza da sempre l’associazione.

Martedì 21 maggio hanno partecipato tre candidati in lista per il centrodestra: Franco Graglia, Delia Revelli e Valter Roattino (presidente Circolo Acli Fiammenga di Vicoforte Mondovì), in corsa per le elezioni regionali; lunedì 27 maggio, per il centrosinistra, hanno preso parte all’incontro: Maurizio Marello (ex vice presidente provinciale Acli Cuneesi) e Ivana Borsotto in lista per le elezioni regionali, e Luca Jahier, già dirigente delle Acli nazionali, per le elezioni europee.

In entrambi gli incontri, dopo una breve presentazione, sono state proposte ai candidati, da parte degli alisti, delle domande e delle riflessioni riguardanti le tematiche di maggiore attualità: dalla sanità all’istruzione; dal ruolo del terzo settore al sostegno alle fasce deboli e ai territori più svantaggiati; dal lavoro ai trasporti; dal coinvolgimento dei giovani e della popolazione in generale per una maggiore e più consapevole partecipazione alla vita politica e democratica del Paese, alla lotta alla corruzione e all’evasione fiscale.

I candidati hanno dialogato con gli aclisti presenti in loco e collegati da remoto; da entrambi gli schieramenti è stata espressa la volontà di proseguire, dopo le elezioni, un confronto costruttivo e propositivo con le Acli che, come associazione, costituiscono un esempio rappresentativo di quei “corpi intermedi” i quali, per tanti decenni, dal secondo dopoguerra, sono stati fondamentali per lo sviluppo democratico, civile ed economico del nostro Paese.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium