/ Politica

Politica | 18 giugno 2024, 07:30

ANALISI VOTO La Lega crolla, ma è l’unico partito nel Cuneese ad avere due consiglieri regionali

Il partito di Salvini ha perso quasi 100 mila voti alle europee e 82 mila alle regionali rispetto al 2019. Su quattro consiglieri eletti a Palazzo Lascaris due sono della Granda, Luigi Genesio Icardi e Gianna Gancia. A livello amministrativo resiste (d’un soffio) la Vandea Fossanese

ANALISI VOTO La Lega crolla, ma è l’unico partito nel Cuneese ad avere due consiglieri regionali

I dirigenti della Lega Salvini premier avevano messo in conto una perdita di consensi un po’ ovunque, ma non di questa portata.

Nella Granda, rispetto al 2019, il partito che fu di Bossi e ora è di Salvini lascia per strada 98.576 voti rispetto alle precedenti europee e 82.198 rispetto alle regionali.

La Lega, nel Cuneese, alle europee è passata dai 134.808 voti (44%) di cinque anni fa agli attuali 36.2332 (13,34%); alle regionali da 108.392 (41,30%) a 26.194 (10,89%). 

Alle ultime elezioni politiche nazionali del 25 settembre 2022, nel collegio uninominale di Cuneo (Piemonte 2), aveva ottenuto 25.683 consensi, pari al 12,64%.

Per quanto riguarda la consultazione europea Gianna Gancia, unica europarlamentare cuneese, manca la riconferma e Bruxelles, doppiata anche in casa sua dal generale Roberto Vannacci.

Tuttavia, a fronte di una dèbacle generale, due aspetti restano motivo di consolazione per la Lega.

Il primo è l’elezione in Regione dei cuneesi Luigi Genesio Icardi, assessore uscente alla Sanità, sulla quota proporzionale e di Gianna Gancia nel listino del presidente Cirio.

A conti fatti - e a fronte di numeri impietosi - si tratta pur sempre ancora di un bel bottino, se si considera che i consiglieri regionali leghisti in Piemonte sono passati da 23 a 4.

Il secondo è la riconferma – seppur di misura – di Dario Tallone a Fossano, unico sindaco leghista nelle sette sorelle della Granda.

La città degli Acaja, roccaforte del senatore e segretario provinciale Giorgio Bergesio, resta dunque la Vandea del mitico ex Carroccio nella Granda.

La Lega a Fossano manda in Consiglio, oltre al sindaco, quattro consiglieri, tra cui lo stesso Bergesio.

Per il resto, a livello amministrativo, la presenza è ovunque ai minimi storici.

Un solo consigliere comunale a Cuneo, Alba, Bra e Mondovì.

Persa la rappresentanza nei municipi di Savigliano e Saluzzo.

Resistono alcuni sindaci sul territorio provinciale, come il giovane Gabriele Giletta vincitore a Villanova Solaro, Stefano Rosso a Sommariva Perno e Flavio Gastaldi riconfermato sindaco a Genola, ma si tratta di “rara avis”, anche perché guidavano liste civiche di paese non caratterizzate col simbolo del partito.

Giampaolo Testa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium