/ Fossanese

Fossanese | 29 giugno 2024, 17:34

QUATTROZAMPE/ "Grazie al centro veterinario fossanese per le cure al nostro amato cagnolino"

"Con grande umanità ci hanno accompagnato ogni giorno nel percorso di cura e ci hanno sostenuto nel decidere di lasciare andare il nostro amato cucciolo"

QUATTROZAMPE/ "Grazie al centro veterinario fossanese per le cure al nostro amato cagnolino"

***Riceviamo e pubblichiamo****

Gentile direttore, 

Perdere un animale, per chi lo vive come un famigliare a tutti gli effetti, comporta un dolore e un lutto grande e troppo spesso difficile da rendere partecipe.

Nonostante si siano fatti enormi passi avanti, nella cura degli animali, condividere il lutto di un cane non è cosa facile.

La società non è ancora pronta ad accettare un dolore così forte per degli esserini indifesi e bisognosi di cure e affetto.

E' più facile sentirsi dire " è solo un cane...o è solo un gatto".

Quel lutto va vissuto in silenzio e quella mancanza, sarà così forte da renderti faticosi i giorni a seguire fino a quando quella malinconia si alleggerirà.

Ma se la società è ancora distante da tutto questo, nella nostra appena vissuta esperienza di " lutto canino", abbiamo incontrato dei veterinari fantastici.

Con questa testimonianza volevamo ringraziare di cuore il Centro veterinario Fossanese.

I dottori Mattia e Diego Sarotti, hanno curato il nostro piccolo Batista, supportati da tutta quanta l'equipe medica facente parte della loro struttura.

Per non dimenticare nessuno, vogliamo ringraziare in ugual modo tutti i dottori e le dottoresse, tutto il personale partendo dall'accoglienza in poi che con tanto amore, disponibilità e professionalità hanno seguito Batista. Un piccolo abbraccio in più, alla dottoressa Maria che con tanta delicatezza ha posto fine al dolore di Batista confortandoci con le sue parole.

Abbiamo affidato alle loro competenze quella nostra creatura, perché se non poteva più guarire dal suo male, potesse almeno avere alleggerite le sofferenze. 

Con grande umanità ci hanno accompagnato ogni giorno nel percorso di cura e ci hanno sostenuto nel decidere di lasciare andare il nostro amato cucciolo.

Hanno accolto le nostre paure, le nostre speranze e infine le nostre lacrime.

Dopo quindici anni e mezzo oggi siamo più soli e le nostre giornate sono meno piene di peli, abbai e code scodinzolanti, ma ci siamo arricchiti di nuove umanità e certezze che ci sono eserciti di uomini e donne che ogni giorno si prendono cura di chi non ha voce per poterli poi ringraziare.

Lo facciamo noi per il nostro piccolo Batista. Grazie.

lettera firmata

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium