/ Agricoltura

Agricoltura | 03 luglio 2024, 11:37

Cimice asiatica: maxi operazione di Coldiretti con 72 mila insetti antagonisti

Rilasciati dai tecnici nei noccioleti di 76 aziende per contrastare la diffusione della cimice asiatica senza impiego della chimica. È l’operazione più estesa in Italia

Cimice asiatica: maxi operazione di Coldiretti con 72 mila insetti antagonisti

 

Settantasei aziende operanti in 37 Comuni nelle Province di Cuneo, Torino ed Alessandria, 72.000 insetti rilasciati in poche ore: sono i numeri dell’operazione di rilascio in campo di insetti antagonisti della cimice asiatica, effettuata nelle ultime ore dai tecnici di Coldiretti Cuneo. Un’operazione di lotta biologica alla cimice asiatica dalle dimensioni e ricadute imponenti, la più estesa a livello nazionale, che nella Granda ha interessato il Monregalese, il Cebano, il Fossanese, il Saluzzese, l’Albese e il Braidese, in aree attentamente selezionate dai tecnici Coldiretti a seguito del monitoraggio dei cicli biologici delle cimici, unito alla ponderazione delle condizioni climatiche e del terreno.

“L’operazione, resa possibile grazie al contributo della Camera di Commercio di Cuneo, fa seguito alla sperimentazione avviata alcuni anni fa in Alta Langa – spiega Franco Ramello, Capo area tecnico-economica di Coldiretti Cuneo – dove le aziende corilicole hanno adottato integralmente la lotta biologica, eliminando i trattamenti chimici come l’uso di insetticidi, e rilasciando l’Anastatus bifasciatus allevato da una biofabbrica italiana, insetto predatore delle cimici sia indigene che asiatiche. Il primo rilascio in campo di Anastatus bifasciatus in Italia risale al 2019, effettuato da Coldiretti Cuneo e DISAFA dell’Università di Torino in un noccioleto a Cherasco, nell’ambito del progetto HALY-end promosso dalla Fondazione CRC”.

“In questi anni la consulenza professionale e attenta dei tecnici Coldiretti si è rivelata indispensabile per studiare le azioni da mettere in campo, per valutare quando e dove è corretto rilasciare gli insetti utili a contenere la diffusione della cimice asiatica” sottolinea il Presidente di Coldiretti Cuneo, Enrico Nada, che ricorda: “L’attività di ricerca e l’assistenza quotidiana dei nostri tecnici agli imprenditori agricoli è basilare per la diffusione sul territorio di strategie e metodi sostenibili che consentono di salvaguardare la qualità delle produzioni Made in Cuneo e garantire al consumatore prodotti sani ottenuti in un ambiente salubre”.

L’operazione di rilascio in campo degli insetti – spiega la Coldiretti – è stata possibile grazie alla collaborazione con le imprese agricole del territorio, in prima linea nell’adottare soluzioni concrete contro le infestazioni di cimici, muovendosi nel pieno rispetto dell’ambiente, a salvaguardia della qualità dei raccolti e con benefici per l’intera collettività poiché le cimici hanno ormai colonizzato ogni spazio, dalle campagne alle città.

“Grazie ai progetti di ricerca realizzati in collaborazione con gli Enti di ricerca del territorio – evidenzia il Direttore di Coldiretti Cuneo, Fabiano Porcu abbiamo fatto negli ultimi anni importanti passi in avanti nel contenimento della cimice asiatica con metodi di lotta a impatto ambientale zero, dalla lotta biologica che consente di controllare un insetto dannoso grazie al rilascio di un insetto utile, al monitoraggio tramite trappole fino alla lotta simbionticida finalizzata a rendere incapaci di nutrirsi le cimici”.

L’obiettivo è ridurre al minimo, senza utilizzo di prodotti fitosanitari, l’incidenza dei danni da cimice asiatica che da anni desta grande apprensione tra gli agricoltori del settore corilicolo, ma anche tra quelli del comparto cerealicolo, ortofrutticolo, florovivaistico e vitivinicolo, senza dimenticare i legumi e i castagneti.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium