/ Politica

Politica | 08 luglio 2024, 19:13

Cuneo, alta tensione in maggioranza sul “caso Acda”

L’estromissione di Beppe Delfino, amministratore delegato uscente, viene letta dal gruppo “Centro per Cuneo” come una resa dei conti dopo le vicende elettorali regionali. Attese ad horas contromosse con possibili ripercussioni sulla stabilità della giunta Manassero

Primo a sinistra nella foto, tra i seduti, il confermato presidente Livio Quaranta. Alle sue spalle, secondo da sinistra in piedi, Beppe Delfino

Primo a sinistra nella foto, tra i seduti, il confermato presidente Livio Quaranta. Alle sue spalle, secondo da sinistra in piedi, Beppe Delfino

Ore di alta tensione in municipio a Cuneo, dove l’esclusione di Beppe Delfino dal ruolo di amministratore delegato di Acda si teme possa avere ripercussioni sulla stabilità della maggioranza.

Su Delfino ci sarebbe stato un veto degli altri tre gruppi di maggioranza: Pd, Crescere Insieme e Cuneo Solidale e Democratica.

L’elezione del nuovo Consiglio di Amministrazione è avvenuta all’unanimità.  

Livio Quaranta, l’inossidabile presidente appoggiato dalla deputata Pd Chiara Gribaudo, è stato riconfermato alla presidenza, mentre nel nuovo consiglio di amministrazione sono stati eletti Gianluca Serale, Davide Merlino, Aurelia Isoardi e Chiara Fascioli.

Sarebbe proprio Serale l’uomo indicato come futuro ad dell’Acda.

Vani i tentativi di mediazione – da quel che si sa – della sindaca Patrizia Manassero, che ha dovuto prendere atto della volontà dei tre gruppi di maggioranza. 

Acda è l’Azienda Cuneese dell’Acqua, società interamente pubblica e partecipata da 109 Comuni che vanno dalla valle Tanaro alle valli del Monviso.

Il “caso” è politico e acuisce le tensioni nel municipio del capoluogo, nel momento in cui già altre svariate grane sono pendenti.

Sono attese ad horas contromosse da parte dei centristi, che considerano un affronto l’esclusione del referente del loro gruppo. 

GpT

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium