Eventi - 13 ottobre 2012, 20:53

Romana Petri vince il Premio Bottari Lattes Grinzane 2012

Gli altri finalisti al Premio erano Laura Pariani con La valle delle donne lupo (Einaudi), che ha ottenuto 36 voti, e l’islandese Jón Kalman Stefánsson con Paradiso e inferno (Iperborea), che ha avuto 26 voti

Romana Petri premiata da Piero Fassino, Sindaco Città Torino

Romana Petri premiata da Piero Fassino, Sindaco Città Torino

È Romana Petri con Tutta la vita (Longanesi) la vincitrice del Premio Bottari Lattes Grinzane 2012 per la sezione “Il Germoglio”, dedicata ai migliori libri di narrativa italiana o straniera pubblicati nell’ultimo anno.

Il suo romanzo ha conquistato 68 voti su 130 voti degli studenti delle Giurie scolastiche (nove in Italia e una a Parigi). Gli altri finalisti al Premio erano Laura Pariani con La valle delle donne lupo (Einaudi), che ha ottenuto 36 voti, e l’islandese Jón Kalman Stefánsson con Paradiso e inferno (Iperborea), che ha avuto 26 voti.

Il vincitore della sezione “Il Germoglio”, premiato dal Sindaco della Città di Torino Piero Fassino, ha ricevuto un premio in denaro di 10.000 Euro; i finalisti un premio di 2.500 Euro ciascuno.

Patrick Modiano (Francia), vincitore per la sezione “La Quercia” con il libro Dora Bruder, uscito per Guanda nel 2004 e ripubblicato nel 2011 dalla stessa casa editrice, non era presente alla cerimonia di premiazione per motivi personali. La targa del riconoscimento è stata consegnata a Paola Avigdor, responsabile delle Relazioni Esterne di Guanda.

La sezione “La Quercia” è riservata a un’opera di un autore affermato, dimostratasi nel corso del tempo meritevole di apprezzamento di critica e di pubblico. È dedicata a Mario Lattes (pittore, editore e scrittore, scomparso nel 2001).

Il Premio Bottari Lattes Grinzane è promosso e organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes e dall’Associazione Premio Bottari Lattes Grinzane.

I quattro autori del Premio Bottari Lattes Grinzane sono stati designati sabato 31 marzo a Milano dalla Giuria tecnica formata da Giorgio Bárberi Squarotti (presidente), Valter Boggione, Gian Arturo Ferrari, Andrea Demarchi, Paolo Mauri, Lidia Ravera, Bruno Quaranta, Giovanni Santambrogio e Serena Vitale.

Successivamente i tre romanzi finalisti della sezione “Il Germoglio” sono stati sottoposti al giudizio delle Giurie scolastiche che nei mesi di aprile e maggio hanno letto e discusso i libri. Nove gli istituti italiani coinvolti: il Liceo delle Scienze Umane e Linguistico “da Vinci” di Alba (Cn), il Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Alessandria, il Liceo Scientifico “Orsini” di Ascoli Piceno, il Liceo delle Scienze Umane e Linguistico “Bianchi Dottula” di Bari, il Liceo Classico “Duni” di Matera, il Liceo Classico “Tito Livio” di Padova, il Liceo Scientifico “Cavour” di Roma, il Liceo Classico “Chiabrera” di Savona, il Liceo Classico Convitto Nazionale “Umberto I” di Torino. A loro si affianca il Liceo Italiano “Leonardo da Vinci” di Parigi.

Il Premio Bottari Lattes Grinzane è realizzato con il sostegno della Regione Piemonte, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e del Parco Culturale Piemonte Paesaggio Umano, in collaborazione con: Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Comune di Grinzane Cavour, Enoteca Regionale Piemontese Cavour di Grinzane Cavour, Comune di Monforte d’Alba, Terre del Barolo di Castiglione Falletto, Teatro Stabile di Torino, Galleria Cartiere Vannucci di Milano. Il Premio si avvale del patrocinio del Miur-Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e della Città di Torino.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
SU