Economia - 13 luglio 2019, 14:11

“W.W.W. We Want Welfare”: Confindustria e Confcommercio insieme per diffondere la cultura del welfare aziendale

Obiettivo: mettere in risalto le best practice e i casi più innovativi e al tempo stesso offrire alle imprese una panoramica aggiornata sui servizi di welfare che il territorio mette a disposizione

“W.W.W. We Want Welfare”: Confindustria e Confcommercio insieme per diffondere la cultura del welfare aziendale

Realizzare una mappatura delle esperienze di welfare aziendale e dei servizi di conciliazione vita-lavoro più diffusi, con particolare attenzione al mondo delle Pmi, mettere in risalto le best practice e i casi più innovativi e al tempo stesso offrire alle imprese una panoramica aggiornata sui servizi di welfare che il territorio mette a disposizione.

Tutto questo e molto altro è racchiuso nel Progetto W.W.W. We Want Welfare, vincitore del Bando attuativo “Disseminazione e diffusione del welfare aziendale tramite enti aggregatori” (POR FSE 2014/2020 - Misura 1.8iv.3.2.6.) che la Regione Piemonte ha pubblicato nell’ambito della Strategia di Innovazione Sociale “WE CARE”.

Per concretizzare la realizzazione del Progetto, è stata costituita una Associazione Temporanea di Scopo (ATS) tra Confindustria Cuneo, capofila del progetto, e Confcommercio Imprese per l’Italia provincia di Cuneo.

Commenta il presidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola: “Questo progetto è un tassello molto importante di un puzzle più ampio, che vede Confindustria Cuneo e Confcommercio protagoniste di numerose attività volte a sensibilizzare le imprese in tema di welfare. Curare il benessere dei propri collaboratori è molto importante per la salute dell’azienda stessa ed il welfare rappresenta uno dei principali strumenti a disposizione per aumentare il potere d'acquisto, favorire la conciliazione lavoro-vita privata dei dipendenti e, attraverso il miglioramento del clima sul posto di lavoro, favorire anche la diminuzione di turnover e assenteismo. E’ un progetto molto impegnativo che ci vedrà agire in modo capillare su tutto il territorio, in collaborazione anche con gli Enti Locali, e siamo sicuri che avrà un ottimo riscontro”.

Aggiunge Luca Chiapella, presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Cuneo: “Una politica aziendale più attenta che quindi non si focalizzi sulla sola retribuzione dei collaboratori, si realizza con applicazione di variabili più complesse ed efficaci sul piano dei risultati. Farsi carico dei bisogni dei dipendenti e dei loro familiari, attraverso flexible benefits e facilities sotto forma di beni e servizi è una scelta che, oltre a favorire il benessere aziendale, attrae nuovi talenti, aumenta la produttività e ottimizza gli investimenti. Il mondo del lavoro è in continua evoluzione, il progetto We Want Welfare ci consentirà di valutare le migliori esperienze applicate in modo da poter offrire alle nostre imprese associate una restituzione di risultato utile ed esauriente per assumere scelte consapevoli e reciprocamente vantaggiose per il team aziendale”.

comunicarto stampa

Ti potrebbero interessare anche:
SU