Attualità - 14 novembre 2015, 16:01

Alina e Ulises dall'Argentina a Cuneo nonostante il diabete

Oggi, sabato 14 novembre è la Giornata Mondiale del Diabete. Quest'anno la campagna di comunicazione è rivolta principalmente alle persone con diabete e a chi sta loro vicino e invita al cambiamento

Alina e Ulises dall'Argentina a Cuneo nonostante il diabete

Oggi, sabato 14 novembre è la Giornata Mondiale del Diabete.

Quest'anno la campagna di comunicazione è rivolta principalmente alle persone con diabete e a chi sta loro vicino e invita al cambiamento, a scuotere i fili e muovere le leve che possono migliorare la qualità della vita della persona con diabete, sia direttamente sia sollecitando una migliore assistenza.
 
E' proprio questo che stanno cercando di insegnare Alina e Ulises, affetto da diabete di tipo 1, partiti dall'Argentina ed arrivati fino a Cuneo in bicicletta per dimostrare che nessuna attività deve essere preclusa a priori a chi ha il diabete.

Hanno viaggiato dalla Danimarca, per buona parte dell'Europa e dell'Italia in bicicletta; hanno conosciuto persone con lo stesso problema di Ulises e ora, dopo 20 mesi di viaggio, cercano di trasmettere attraverso i più disparati mezzi di comunicazione ciò che hanno appreso sul diabete.

La nostra redazione li ha incontrati "Purtroppo nel nostro paese c'è molta disinformazione" ci ha spiegato Alina "Vogliamo tornare in Argentina per diffondere un messaggio positivo a tutti, soprattutto ai bambini: con le dovute cure tutto si può fare, anche con questa malattia."

"La persona con diabete deve agire a vari livelli per gestire nel modo migliore la sua vita, ognuno deve imparare a conoscere il proprio corpo." ci dice Ulises "Nelle sue scelte dovrà impostare una modifica graduale ma continua nella alimentazione, nell'esercizio fisico, nell'automonitoraggio e nella terapia".

Il loro è un invito a cambiare e a far cambiare.

Alla nostra domanda sul perchè siano arrivati fino a Cuneo ci rispondono sorridendo che il bisnonno di Alina era originario di Cherasco, mentre il nonno di Ulises di Genola ed erano curiosi di visitare i luoghi legati alle loro origini.

Ci hanno assicurato che torneranno  in zona, intanto se volete seguire il loro viaggio e imparare dalla loro esperienza e condividere la vostra potete visitare la loro pagina facebook https://www.facebook.com/ViajerosCronicos/?fref=ts

 

l.m.

Ti potrebbero interessare anche:
SU