Cuneo e valli - 23 aprile 2022, 16:53

A Saluzzo si educa alla bellezza: Davide Cabassi inaugura il tris di concerti di “Kalliphoria”

Giovedì 28 aprile il pianista di fama internazionale protagonista al Monastero della Stella. Ogni appuntamento sarà presentato dagli studenti del corso “Figurativo-musicale” del Liceo Classico Bodoni, che realizza il progetto

Il pianista Davide Cabassi in concerto giovedì 28 al Monastero della Stella di Salzzo

Il pianista Davide Cabassi in concerto giovedì 28 al Monastero della Stella di Salzzo

“Kalliphoria” è il titolo del progetto che il Liceo Classico Bodoni di Saluzzo ha dedicato all’educazione alla bellezza.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo ospiterà tre concerti nella sede del Monastero della Stella in piazzetta Trinità 4/a.

Giovedì 28 aprile alle 18 sarà protagonista il pianista di fama internazionale Davide Cabassi che eseguirà “Kreisleriana” di Robert Schumann e “Romeo e Giulietta” di Sergej Prokofiev, intervallati da un brano di Nicola Capogrande.

Ogni concerto sarà presentato dagli studenti del corso “Figurativo-musicale” del Liceo Classico Bodoni, che cureranno la stesura dei programmi di sala sotto la guida del loro docente di cultura musicale, il professore Diego Ponzo.

Lorenzo Rubini, dirigente del Liceo Bodoni, promotore e organizzatore della rassegna, spiega: «L’intento è di arricchire l’esperienza musicale e culturale dei nostri studenti con un’offerta di qualità, destinata anche a un pubblico più ampio».

Davide Cabassi è nato a Milano nel 1976. Ha cominciato prestissimo lo studio del pianoforte e ha debuttato con l'Orchestra Sinfonica della Rai di Milano ad appena tredici anni. Si è poi diplomato al Conservatorio del capoluogo lombardo ed ha approfondito gli studi, primo italiano ammesso, all’International Piano Foundation di Cadenabbia (Como).

Da allora ha intrapreso la carriera solista anche in collaborazione a étoiles come Roberto Bolle, Svetlana Zakharova e Massimo Murru. Il suo repertorio spazia da Bach, Clementi, Rossini a Brahms, Schumann, Musorgskij, Debussy, Soler, Respighi, Martucci. L’esordio discografico avviene nel 2006. È direttore artistico della stagione concertistica “Primavera di Baggio” da lui fondata per rilanciare le condizioni culturali e sociali della periferia milanese.

L’ingresso è libero con green pass rafforzato e mascherina Ffp2.

Prenotazioni al sito https://www.monasterodellastella.it/prenotazioni o al numero telefonico 0175/291.445 (Segreteria della Fondazione CrSaluzzo).

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
SU