/ Bra e Roero

Bra e Roero | 26 settembre 2016, 09:14

Bra: al Santuario della Madonna dei Fiori i gruppi comunali dell'AIDO cuneese

In occasione del giubileo del volontariato. Iniziativa a favore dei terremotati in sinergia con l'UNVS

Bra: al Santuario della Madonna dei Fiori i gruppi comunali dell'AIDO cuneese

Domenica 25 Settembre grazie alla disponibilità di don Sergio Boarino  e don Michele Germanetto, nel Santuario Mariano di Bra dedicato alla Madonna dei Fiori si è svolta la prima edizione del Giubileo del Volontariato.

Promossa dalla sezione provinciale AIDO di Cuneo il momento religioso ha permesso alcune riflessioni legate al dono ed alla necessità ad aderire a favore di chi malato è in lista d'attesa per un trapianto.

Il ritrovo di preghiera ha visto la presenza di numerosi gruppi comunali della "Granda" che, unitamente al labaro di rappresentanza, hanno aderito con grande slancio al Giubileo del Volontariato con un gesto significativo e concreto.

Ed è così che, raccogliendo l'invito dell'Unione Nazionale Veterani dello Sport, i tanti "aidini" in modo libero ed autonomo hanno aderito ad una raccolta fondi a favore delle popolazioni terremotate volte in particolar modo alla città di Amatrice nota all'UNVS per una Sezione territoriale.

A dar lustro a questa prima edizione del Giubileo del Volontariato l'Amministrazione Comunale di Bra con presenti il sindaco Bruna Sibille, il vicesindaco Gianni Fogliato e l'assessore Luciano Messa.

Al fianco dei gruppi comunali AIDO anche l'Associazione Nazionale Carabinieri in congedo Sezione di Bra con il presidente Giancarlo Rossi.

In rappresentanza dell'AIDO Piemonte e del presidente Valter Mione i dirigenti del gruppo comunale AIDO di Caselle Torinese. 

"L'AIDO è l'Associazione Italiana Donatori, Tessuti e Cellule e conta oltre 1.600.000 di iscritti con la Provincia di Cuneo prossima a toccare i 16.000 associati ed il sogno di raggiungere le 20.000 unità - ha esternato ai tanti fedeli presenti in chiesa il presidente Gianfranco Vergnano aggiungendo - Purtroppo in Italia le persone in lista di attesa per un trapianto son oltre 10.000 e solo 1 malato su 3 riceve in dono la possibilità di ritornare a vivere: per questo il nostro impegno dovrà proseguire per portare un'inversione di tendenza a numeri davvero drammatici. 

Siamo davvero onorati di poter aiutare concretamente le persone terremotate affiancando la bella iniziativa dell'Unione Nazionale Veterani dello Sport forti del concetto di collaborazione tra mondo dello sport e quello del volontariato, un'azione sinergica che produce e moltiplica positivamente effetti e risultati, ben sapendo che le offerte raccolte giungeranno a destinazione in modo utile , positivo, concreto per un ritorno ad una normalità di vita, concetto molto forte e molto chiaro legato anche al dono".   

Un ritrovo quello legato del Giubileo del Volontariato di certa memoria per la semplicità del momento associativo, ma chiaramente pregno di contenuti utili anche a raccogliere decine di adesioni al dono, un risultato che pone alla possibilità di replica anche sul 2017.

     

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium