/ Politica

Politica | 30 luglio 2021, 08:03

Savigliano, tra il Pd e Ambroggio nuovi dissapori. Il sindaco: “Oggi è praticamente partita la campagna elettorale”

La capogruppo del Pd Vilma Bressi durante il Consiglio comunale: “Non è un intervento di rottura. ma non ci poniamo in un atteggiamento statico di sostegno incondizionato”

Savigliano, tra il Pd e Ambroggio nuovi dissapori. Il sindaco: “Oggi è praticamente partita la campagna elettorale”

Qualche disaccordo tra il gruppo Pd, partito di maggioranza dell’Amministrazione di Giulio Ambroggio, e il sindaco stesso, c’è sicuramente.

Ieri sera durante il Consiglio comunale, l’ennesimo scambio di battute. 

“Praticamente oggi è partita la campagna elettorale” ha affermato il primo cittadino dopo l’intervento della consigliera Vilma Bressi, capogruppo del Partito Democratico, che durante la presentazione della nuova variazione di bilancio ha preso la parola, accennando a qualche mancanza di prospettiva nel corso degli anni da parte dell’Amministrazione.  

“Crediamo sia necessaria una politica espansiva e non del giorno per giorno - ha spiegato Bressi - Questa non è certo valutazione anticipata di fine mandato ma sono considerazioni che abbiamo spesso portato in maggioranza, lontano dai riflettori, chiedendo maggiore coraggio e sottolineando quali fossero per il Pd le criticità della città. Sono tutte valutazioni in sé non negative, ma che mostrano qualche problema di programmazione e previsione. Oggi quanti progetti abbiamo nel cassetto? Forse troppo pochi?”

“Ci preme dire tutto ciò in un momento in cui il sindaco e non solo lui, liquidano il Pd dicendo che in fondo ha sempre votato a favore in questa Consiliatura. Noi siamo sempre stati leali. Abbiamo portato il nostro punto di vista, le nostre critiche e le nostre proposte. Certo per noi il Consiglio non è un palcoscenico, ma se questo viene scambiato come partecipazione acritica a questa Amministrazione dobbiamo per forza chiarire qui la nostra posizione”. 

“Questo non è un intervento di rottura - ha precisato la consigliera Pd - nel corso di questi anni abbiamo portato avanti i nostri progetti, ma ci sono state anche delle prese di posizione. In una recente intervista Ambroggio ha dichiarato che siccome il Pd ha sempre votato in modo favorevole non si capisce perché adesso abbia qualche fibrillazione al suo interno”. 

“Noi sosteniamo le molte scelte positive di questa Consiliatura, ma non ci poniamo in un atteggiamento statico di sostegno incondizionato”.

Pur non votando contro la delibera per la variazione di bilancio, e quindi dando comunque l’idea di una Giunta e di una Maggioranza unita, il commento della consigliera ha fatto emergere quelle discordanze che già erano nell’aria. Tuttavia il sindaco spera ancora in un riavvicinamento: “Mi auguro e spero che la coalizione che ha vinto le scorse elezioni possa continuare a governare questa città perché comunque nonostante i difetti abbiamo amministrato e governato bene. Mi auguro prevalga il buon senso e si ritrovi unità di vedute”. 

I commenti dell’Opposizione 

Non sono mancati i commenti da parte dei gruppi di Minoranza. “Sono considerazioni a mio avviso tardive” secondo il consigliere pentastellato Antonello Portera “è vero che ci sono state delle prese di posizione, ma sono sempre state deboli”.  

Parole al vetriolo invece dal consigliere di Fratelli d’Italia, Maurizio Occelli: “Il sindaco non riesce più ad avere neanche i suoi dalla sua parte. Adesso se si dimettesse, come gli avevo suggerito in passato, è tardi, ma forse ora i suoi intervengono proprio perché non hanno più paura delle sue dimissioni”. 

“E’ il primo segno di discontinuità con il gruppo di maggioranza” ha aggiunto il consigliere Piergiorgio Rubiolo (Progetto per Savigliano). 

chiara gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium