ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Cronaca

Cronaca | 27 giugno 2022, 16:15

Furto in casa, il giudice lo assolve: non era l’imputato il ladro ripreso dalle telecamere

È accaduto a Cervasca nel 2020. In un’abitazione erano stati rubati due orologi

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

È stato assolto in tribunale a Cuneo un uomo di Bernezzo, V.J., ritenuto il ladro che nel 2020 entrò in un’abitazione di Cervasca e portò via due orologi. La casa era dotata di un sistema di videosorveglianza e quando il proprietario, trovata la camera da letto in soqquadro, chiamò i Carabinieri per l’intervento, fornì loro i filmati.

“Si vedeva un uomo con la mascherina entrare dalla porta finestra - ha spiegato un militare in aula -. Ci siamo concentrati sull’abbigliamento: indossava un piumino e un paio di scarpe da ginnastica. Giorni prima avevamo ricevuto una nota da parte della compagnia dei Carabinieri di Savigliano di un tentato furto. Abbiamo notato che V.J. potesse corrispondere al responsabile. Una volta ottenuto il decreto di perquisizione domiciliare, abbiamo sequestrato a casa dell’imputato il piumino e le scarpe che maggiormente potevano coincidere con quelli indossati. Non abbiamo rinvenuto la refurtiva. All’esterno dell’abitazione avevamo rilevato un’impronta sulla neve: era lo stesso plantare della scarpa sequestrata. Quando siamo andati a casa dell’imputato abbiamo notato che le sue movenze fossero quelle dell’uomo del video”.

Per V.J. il pubblico ministero ha chiesto la condanna a 2 anni di reclusione e 300 euro di multa. Di contro la difesa, l’assoluzione. Il giudice ha accolto la richiesta della difesa che riteneva non ci fossero riscontri tra l'uomo ripreso e l'accusato, assolvendolo per non aver commesso il fatto, ordinando altresì la restituzione di quanto sequestratogli.  

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium