/ Eventi

Eventi | 27 settembre 2022, 15:34

Scarpe comode e pronti, partenza, via! A Bra torna “Da Cortile a Cortile

L’itinerario enogastronomico di domenica 2 ottobre è quello atteso tra cibo, musica, cultura e arte

Torna "Da Cortile a Cortile": domenica 2 ottobre appuntamento a Bra

Torna "Da Cortile a Cortile": domenica 2 ottobre appuntamento a Bra

A Bra ormai tutti sanno che domenica 2 ottobre è il giorno di “Da Cortile a Cortile”. Un evento che ha riempito le agende braidesi già dall’annuncio del suo ritorno in forma itinerante.

Già, ma perché è un appuntamento da non perdere? Beh, la risposta è molto semplice, grazie ad un metodo collaudatissimo del quale avrete sicuramente sentito parlare. Quattro parametri da valutare: location, menù, servizio e infine (ovviamente) il conto.

Sperimentiamo subito la nota formula borghesiana procedendo a tappe: focaccia con salsiccia di Bra e pinzimonio in corso Cottolengo; insalatina di sedano, toma e noci - peperoni con salsa tonnata - frittatina alle erbe a Palazzo Traversa; plin al sugo d’arrosto nel parco della Zizzola; bollito misto alla piemontese con salse ai giardini del Belvedere; plateau di formaggi e miele in corso Garibaldi; dulcis in fundo (è proprio il caso di dire) torta di nocciole con zabaione nel cortile di Palazzo Garrone. Che dire? VOTO 10 (e lode); il costo è di 30 euro (vini di Langa e Roero compresi), 20 euro per i minori di anni 12. A “Da Cortile a Cortile” ci sono due partenze: alle ore 12 e alle ore 13.

Ora però siamo giunti al verdetto finale. Non ho nessuna intenzione di ribaltare il risultato, ma confermare in pieno i giudizi espressi.

Complimenti “Da Cortile a Cortile” hai vinto… l’acquisto del mio biglietto. Da reinvestire nel buon cibo e nel mio divertimento. Mi fate compagnia? Bene. Prendete l’agenda e fissate la data, informazioni e prenotazioni al numero 0172/430185 o su www.turismoinbra.it.

Il programma di “Da Cortile a Cortile” è ricchissimo di attività, gli eventi sono davvero tanti e avete l’imbarazzo della scelta. Antichi cortili, atri, palazzi e giardini solitamente inaccessibili aprono per un giorno soltanto le loro porte.

Per l’occasione, ci saranno spettacoli e intrattenimenti a partire dalle ore 12 in piazza Caduti per la Libertà con la musica della Banda “Giuseppe Verdi” di Bra e alle ore 17 il concerto del Civico Istituto musicale “A. Gandino”. In corso Garibaldi troverete il banco di beneficenza e l’esibizione di danza dell’associazione Swing Juice. Sempre in corso Garibaldi spazio ai motori con il raduno del Club Maggiolino Langhe e Roero.

E non finisce qui. In piazza XX Settembre gonfiabili e giostrine faranno la gioia dei bambini, mentre nel parco della Zizzola, alle ore 15, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Ce la possiamo fare”, a cura del gruppo “Semplicemente noi”. E poi un’esposizione di antiquariato nel cortile di via Pollenzo 46, intrattenimento musicale a cura di Eureka nel cortile dell’hotel “L’ombra della collina” di via Mendicità 47, un’esposizione artistica nel cortile di via Vittorio Emanuele II 207, un’esposizione di artigianato africano curata da Francesca D’amuro nel cortile della Salumeria Pochettino in via Vittorio Emanuele II 278, i Manga di Manu nel cortile della panetteria Ponzio in via Rambaudi, l’esposizione di acquerelli di Alessandro Anastasio nel cortile di Palazzo Mathis, mentre nel cortile di via Audisio, 5 si potranno ammirare le immagini di Photo Marathon e godere dell’intrattenimento e della musica di Radiobraontherock.

Visite culturali ne abbiamo, prendere nota. Museo Craveri di storia naturale; Museo di archeologia, storia e arte di Palazzo Traversa; Museo del giocattolo; la “Casa dei braidesi” ospitata all’interno della Zizzola. Tutti aperti dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30. Ingresso gratuito per i cittadini (per tutti alla Zizzola). Sono inoltre previste visite guidate gratuite al cortile di Casa Cottolengo, dimora che si affaccia sull’omonimo corso, casa natale di San Giuseppe Benedetto Cottolengo (partenze alle 10 - 11 - 15 - 16 e 17). Infine, sarà visitabile in via Serra la cappella del Santo Rosario, comunemente detta “del Boetto” dal nome dell’architetto fossanese che la progettò nel 1622.

Merita una visita la mostra “I Maestri” allestita all’interno di Palazzo Mathis (orario 9/12.30 e 15/18). Fino all’8 gennaio 2023 le sale affrescate dello storico edificio espongono infatti opere degli esponenti più rappresentativi del panorama artistico piemontese del secolo scorso: Carol Rama, Pinot Gallizio, Francesco Tabusso, Renato Guttuso, Ugo Nespolo, Romano Reviglio solo per citarne alcuni.

Ultimo, ma non ultimo, il Movicentro di piazza Caduti di Nassirya offre la possibilità di ammirare le opere dei 119 artisti che partecipano alla nuova edizione di “WAB - Women Art Bra”, la Biennale della Creatività femminile che quest’anno per la prima volta apre le porte anche agli uomini. La mostra è visitabile gratuitamente dal giovedì alla domenica in orario 10/12 e 15/19 fino al 23 ottobre. What else?

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium