Viabilità - 12 aprile 2024, 19:46

Convenzione italo francese per la Cuneo-Nizza, Cirio e Gabusi: "Finalmente possibile programmare interventi"

Il senatore Bergesio: "Passo avanti per le infrastrutture della Granda". Sul fronte ligure il presidente dell'Associazione Giuseppe Biancheri aggiunge: "Una notizia che aspettavamo da anni per il rilancio del collegamento"

L'assessore ai Trasporti della Regione Marco Gabusi

L'assessore ai Trasporti della Regione Marco Gabusi

C'è soddisfazione sia sul versante piemontese che su quello ligure per la firma della nuova Convenzione italo francese per la Ferrovia Cuneo-Nizza ratificata nella giornata di oggi, venerdì 12 aprile, a Roma dai ministri Matteo Salvini e Patrice Vergriete.

“Bene la firma della convenzione sulla ferrovia Cuneo Ventimiglia tra i governi italiano e francese - dicono il presidente della regione Piemonte Alberto Cirio insieme con l'assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi -: un atto che il Piemonte attende da anni e che il governo, anche su sollecitazione della Regione Piemonte, ora ha sbloccato. Con la firma, che chiarisce i rapporti tra i due Paesi, sarà finalmente possibile programmare gli interventi necessari a rendere questa linea un vero collegamento internazionale a servizio dei pendolari transfrontalieri e dei turisti”.

 “Grazie all’impegno del Ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini oggi il nostro Paese, con la firma della convenzione Italia/Francia per la linea ferroviaria Cuneo-Breil-Ventimiglia, ha fatto un passo avanti importante nello sviluppo della rete di infrastrutture che è fondamentale per la nostra economia - aggiunge il senatore della Lega Giorgio Maria BergesioRingrazio il Ministro Salvini per il lavoro compiuto in questi mesi in Piemonte anche per altre infrastrutture cruciali per fare uscire finalmente in via definitiva dall’isolamento la nostra terra quali l’Asti-Cuneo, Demonte e Tenda”

"Oggi una giornata da appuntare sul calendario degli eventi storici - sottolinea invece Sergio Sibilia, presidente della AGB (associazione Giuseppe Biancheri)  -. La firma definitiva della Convenzione è una notizia che aspettavamo da diversi anni. Una tappa indispensabile per il rilancio del collegamento ferroviario tra le Alpi e il Mediterraneo".

 

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU