ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 18 aprile 2024, 12:01

Turismo, nel 2023 le presenze a Cuneo crescono di oltre seimila unità "nonostante la mancanza di infrastrutture"

Ieri sera (17 aprile) la commissione di aggiornamento sui dati degli arrivi e dei pernottamenti nel territorio dell'ATL del Cuneese con la direttrice Salvestrin: "Cominciamo a dire, con orgoglio, che 'veniamo da Cuneo' e non 'da una città vicina a Torino'"

Turismo, nel 2023 le presenze a Cuneo crescono di oltre seimila unità "nonostante la mancanza di infrastrutture"

Se riusciamo a raggiungere questi risultati nonostante lo stato infrastrutturale, anche digitale, che subiamo ormai da anni possiamo farci davvero i complimenti. Dobbiamo cominciare, quando ci rivolgiamo all’estero, a dire “vengo da Cuneo”, con orgoglio, e non solo ‘vengo da una città vicina a Torino’”.

Parla così Daniela Salvestrin, direttore dell’ATL del Cuneese, presente nella serata di ieri (mercoledì 17 aprile) alla commissione consiliare con cui l’amministrazione comunale della città capoluogo di provincia ha analizzato i dati del turismo relativi al 2023.

Presenti all’incontro anche l’assessore Sara Tomatis e il presidente di commissione Ettore Grosso.

Crescono arrivi e presenze: la ripartenza delle montagne

Secondo i dati riportati dalla Salvestrin nei primi mesi del 2023 il territorio di competenza dell’ATL ha registrato un incremento del 9,2% sugli arrivi e dell’11,8% sulle presenze (rispetto allo stesso periodo del 2022). Allo stesso modo crescono anche i movimenti turistici dall’Italia – rispettivamente del 6,7% e dell’8,1% - , così come quelli dall’estero per 15,4% e 21,5% (nello specifico crescono del 22,1% i volumi di spesa dei turisti esteri): Piemonte, Liguria e Lombardia sono le regioni di prossimità che più si riscontrano sul territorio, Francia e Germania per quanto riguarda l’estero. Oltre il 50% degli arrivi si sono concentrati nel trimestre estivo dell’anno passato, con un picco nel mese di agosto. Si parla, nello specifico, di 131.291 pernottamenti totali a fronte di 52.514 persone.

Grande ripresa per la montagna invernale cuneese, che per quanto riguarda gli arrivi nell’ultima stagione è tornata a toccare i livelli pre pandemici superando quota 80mila presenze e incrementando il dato del 30% rispetto alla stagione precedente.

I dati complessivi del territorio per il 2023 sono più che positivi – ha aggiunto Salvestrin - . Per la prima volta nella storia abbiamo sfondato il muro dei 400.000 arrivi e siamo tornati sopra il milione di presenze, con una permanenza media del turista sul territorio superiore alle due notti”.

I passaggi di persone all’ufficio IAT di Cuneo, in piazza Foro Boario nella sede ATL, hanno toccato quota 7.364, con particolare rilevanza nei mesi di maggio, agosto e ottobre – ha continuato il direttore - . L’utenza italiana l’ha fatta da padrone ma quella francese, tedesca e olandese continua ogni anno a far registrare numeri importanti: la città viene scelta come ‘base’ per l’esplorazione delle vallate o delle altre città d’arte più vicine soprattutto da un’utenza d’età compresa tra i 50 e i 60 anni e dalle famiglie”.

Cuneo cresce nella percezione dei turisti

Ottimi, secondo ATL, anche i dati della singola città di Cuneo dove le presenze sono cresciute di circa 6.500 unità rispetto al 2022 e dove le locazioni turistiche sul territorio comunale sono aumentate in un anno di sessanta unità.

Il rapporto di posti letto tra Cuneo e Alba ci vede in sofferenza, si parla di circa 60-100, ma dove la città supera la capitale delle Langhe è sugli arrivi e sui pernottamenti: a Cuneo arrivano meno turisti, ma si fermano di più – ha specificato ancora Salvestrin - . Stiamo crescendo, come città, nella percezione positiva da parte dei turisti. Cuneo viene sempre vista e considerata come ‘una bella scoperta’”.

Oltre 20.000 euro dalla tassa di soggiorno

Nel corso dell’incontro è stato affrontato anche il tema della tassa di soggiorno e dell’utilizzo dei proventi corrispondenti.

Sul territorio comunale la tassa di soggiorno cambia a seconda della struttura ricettiva e va da un minimo di uno a un massimo di due euro. Nel 2023, in totale, le entrate riferite parlano di 155.732,29 euro raccolti a cui si sono sommati gli arretrati di 2.966,74 e l’avanzo vincolato di 50.000 euro per un totale di 208.699,03 euro.

Le voci di spesa vanno dalla copertura di attività di promozione turistica all’affidamento dell’organizzazione del Cuneo Montagna Festival e Cuneo Bike Festival, dalla convenzione di gestione dell’Ufficio turistico locale al sostegno a manifestazioni come la Fiera del Marrone. Il bilancio totale vede uno scarto in negativo di 10.996,37 euro.

Tomatis: “Più dialogo e meno diffidenza tra città e montagna”

Lo spazio riservato alla discussione dei consiglieri presenti – che ha visto intervenire Flavia Barbano, Serena Garelli, Elio Beccaria e Vincenzo Pellegrino per la maggioranza e Claudio Bongiovanni e Luciana Toselli per la minoranza – ha visto gli intervenuti concordare sulla bontà dei numeri proposti.

Barbano ha chiesto di ampliare la tassa di soggiorno anche agli eventuali animali domestici e quindi utilizzare i proventi per venire incontro a chi (in città) ne possieda e non riesca a far fronte alla loro cura dal punto di vista economico, mentre Garelli si è detta d’accordo con il lavoro di promozione turistica che l’ATL mette in campo ormai da anni assieme ad alcuni influencer. Tutti gli intervenuti, comunque, hanno sottolineato come il nodo delle infrastrutture sia il più urgente da risolvere.

Tra la nostra città, capoluogo, e i territori montani c’è ancora troppa diffidenza e un legame non così stretto dal punto di vista delle amministrazioni comunali – ha concluso l’assessore Tomatis - . Le comunità, però, sono già sulla buona strada del dialogo e del confronto: prendiamo spunto e lavoriamo, anche assieme ad altre lealtà come la Fondazione CRC, per raccontare un territorio che è sì turistico ma anche luogo in cui vivere e crescere e prosperare”.

Simone Giraudi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium