/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 03 ottobre 2017, 15:06

Pollenzo: anche l'UNISG si unisce al progetto Envelope

L'attività verrà presentata martedì 3 ottobre al Luxe Pack di Montecarlo: il tema sarà "Siamo ciò che..."

Foto generica

Foto generica

Le scienze gastronomiche sono un ambito che permette lo sviluppo di ampi margini creativi. Lo sa bene l'ateneo pollentino che ha puntato sulla valorizzazione dei talenti dei suoi studenti, in particolare interagendo con alcuni dei suoi partner strategici. In particolare un progetto che esalta appieno questo obiettivo è quello che porta il nome di Envelope, ed è promosso da Eurostampa insieme ai suoi partner dell’Innovation LABels, per promuovere l’innovazione nel settore del label packaging.

Il progetto Envelope viene presentato in occasione della principale fiera di settore, il Luxe Pack 2017 di Montecarlo, martedì 3 ottobre alle ore 15:30 presso la Salle de Presse del Grimaldi Forum. Eurostampa e l'Università di Pollenzo hanno attivato già dal 2013 il Laboratorio di Creatività, dando la possibilità agli studenti dell'ateneo di cimentarsi nella creazione di bozzetti grafici finalizzati alla produzione di etichette.

Ad oggi sono stati realizzati tre progetti: "Cante' j'euv" (2013), "We feed the Planet" (2015) e il più recente "Siamo ciò che...", nel 2017. Partendo dalla famosa frase di Feuerbach “Siamo ciò che mangiamo” (cit., 1862), l'edizione 2017 dell'iniziativa, ha chiesto  agli studenti di cimentarsi sul tema: “Siamo ciò che…”, concludendo la frase e dandole una rappresentazione attraverso un bozzetto grafico. Grande libertà è stata lasciata alla creatività e interpretazione personale dell’argomento da parte degli studenti, tenendo come quadro di riferimento l’ambito eno-gastronomico per cui essi nutrono una passione e una conoscenza multidisciplinare e i valori e i prodotti su cui si fonda il lavoro di Eurostampa.

La giuria, costituita dal prof. Nicola Perullo per l'Università di Scienze Gastronomiche, da Giorgio Mascitti per  Branca, da Enrico Monteverdi e Roberto Sofia per HP, Gianni Azzaretti per Luxoro, Andrea Citenesi per Heidelberg, Filippo Cerchio per Avery Dennison, e Jessica Liffredo per Eurostampa, ha valutato e premiato i lavori degli studenti Amber Bewick (USA/UK), Andrea Bianchi (Italia), Elisabeth Wittich (Germania/Russia), Pablo de Gottardi (Svizzera), Yu Wen Chen (Singapore).

Carlo Petrini, presidente dell'UNISG ha affermato: "Sono felice di questa fruttuosa collaborazione  e del fatto che il tema di quest'anno, 'Siamo ciò che mangiamo', si attaglia particolarmente bene al progetto formativo della nostra università. Le etichette devono informare. E qualche volta riescono anche a formare. Una buona etichetta può cambiare il mondo, renderlo migliore, favorire i meno protetti, portare i cittadini verso una determinata scelta."

Gli fa eco Luciano Cillario, presidente di Eurostampa: "Lo spirito del progetto Envelope è nato per menti giovani come quelle degli studenti internazionali di Pollenzo, con la loro idea evoluta di cibo e bevande, all'insegna di una collaborazione di persone diverse che intersecano i loro saperi."

Giorgio Mascitti di Branca conclude: "In questo percorso fatto con Eurostampa, partner illuminato con cui condividiamo la passione per il nostro lavoro, l’esperienza vissuta nel progetto Envelope mi ha mostrato come sia importante dare valore alle persone ed ai rapporti. Sarò felice se anche il mondo accademico e gli studenti che hanno partecipato a questa iniziativa avranno colto come 'siamo quello che siamo' in grado di collegare."

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium