/ Overcooking

In Breve

sabato 24 dicembre
domenica 18 dicembre
(h. 08:31)
sabato 10 dicembre
(h. 06:00)
sabato 03 dicembre
(h. 06:00)
sabato 26 novembre
(h. 10:58)
sabato 19 novembre
(h. 10:08)
sabato 12 novembre
sabato 05 novembre

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

La famiglia del Muccino Bianco (ultima fermata)

Overcooking | 06:00

Gustare prosciutto di casa e formaggi nostrani offerti dai genitori del di noi amico fattosi scortare nelle colline senesi per un pranzo salubre nell’ucronica cornice d’una fattoria biologica stile ”Mulino Bianco”

La famiglia del Muccino Bianco

Overcooking | 15:51

Mentre l’avvocato ci mostra la biblioteca dei classici (tutti rigorosamente intonsi) parlando delle sue umili origini come il ghost-writer di se stesso capirlo da come si infiamma su detrazioni e agevolazioni cogli occhi che sfanalano come per...

Il tatto delle sabine (Pasqua alla gola)

Overcooking | 06:00

Parlare al vento bevendo rum a chi ha confuso il diritto col favore quindi tornare da nostra madre che si è saggiamente sottratta a tale scempio e cenare con pizza dolce e ciambelline intinte nel vino rosso pensando che in fin dei conti la nostalgia...

Il tatto delle sabine

Overcooking | 06:00

Apprendiamo (in un irritante coro a tre voci) che le tre Parke(nson) stanno officiando per il pranzo pasquale d’un Conte che oltretutto le vorrebbe in folkloristico costume tipico e che nostra madre ha provato a sollevare laureate obiezioni ma è...

C’è del marcio in DaniMarche

Overcooking | 11:16

Addormentarsi rimpiangendo patatine in busta e vino in tetrapack mentre lo stomaco duetta con una blanda erezione.

L’attico fuggente (reloaded)

Overcooking | 06:30

Rinunciare, nobilmente anorgasmici, alla capacità polmonare della delfina a pelo corto e con la scusa del cesso (anch’esso probabilmente placcato d’oro) svignarsela affrontando a piedi i silvestri viali a circuito chiuso con una densità d’evasione...

L’attico fuggente

Overcooking | 06:00

Finire di mangiare quello che, ad occhio e croce(fissione), corrisponde al semestrale d’un bracciante astenendosi dal dire che la sua consistenza ricorda l’alimento-base della di lui figlia quando va in apnea.

Tre metri sopra il Coelho

Overcooking | 19:36

Valutando di aver bruciato quaranta euro per una virgola di rosso ed un pessimo Negroni

Oli u can eat (again)

Overcooking | 15:40

Con olio di palma.

Oli u can eat

Overcooking | 06:00

Terminare le pappardelle ascoltando un produttore locale vantare amorevolmente le proprie vasche di conservazione in acciaio inox con impianto ad azoto o a saturazione di gas inerte come la figlia prematuramente espatriata in...

Baciami Ancona

Overcooking | 06:00

Epilogare il pasto con una crema di pistacchi accompagnata da una grappa barricata offertaci

La croccantezza del piacere

Overcooking | 10:35

Aggredire il pane caldo del collo tagliandosi il palato con la crosta dell’intimità raccontata dal gemito del basso ventre

Sambuca bum bum

Overcooking | 09:08

Mangiare e bere lussuriosi avvertendo la muscolatura pelvica inturgidirsi in un’erezione puramente calorica per poi direzionarsi al letto dopo aver nascosto il vuoto al fondo del vetro sotto un patetico, ed incongruente, strato...

Quella sporca ultima feta

Overcooking | 06:00

“Da anni mi siedo di fronte al suo fantasma e sono certo che un giorno riuscirò a convincerlo del contrario, argomentando e portandolo a rivedere la sua posizione”

Peccato di gulasch (ancora)

Overcooking | 06:00

Fare vela verso il Castello (pronunciato con la maiuscola) attraverso strade toccate chirurgicamente dalla Storia fra Sinagoghe ed equivoci centri per massaggi thai con clienti a vista e raggiungere il Ponte Carlo gremito di...

Mangia Praga ama

Overcooking | 16:55

Finire quasi tutto e leccarsi i polpastrelli realizzando solo in quel momento che non siamo riusciti a raggiungere il Castello come il protagonista dell’omonimo romanzo di Kafka

...Peccato di gulasch

Overcooking | 09:10

Rientrare mesti nello Staré Mesto ma solo dopo aver comprato una bottiglia di rum nell’onnipresente spaccio gestito da pakistani o cines

Non è un paese per secchi

Overcooking | 11:28

Non è più Corpo il loro ma quello che viene dopo.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore