/ Agricoltura

Che tempo fa

Cerca nel web

Agricoltura | giovedì 12 aprile 2018, 15:01

A Cortemilia un nuovo laboratorio per la nocciola

E' stato inaugurato all'Istituto Piera Cillario Ferrero, con il finanziamento della Fondazione Crc

L'inaugurazione del laboratorio

L'inaugurazione del laboratorio

All’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore Piera Cillario Ferrero di Cortemilia è stato inaugurato, in una bella atmosfera di festa e di fiducia verso il futuro, il nuovo laboratorio tecnologico “Sgusciatura delle nocciole, cernita ed analisi”, che è stato finanziato interamente nell’ambito del Progetto “Spazio Scuola” dalla Fondazione Cassa Risparmio di Cuneo.    

“Quanto realizzato - ha esordito la dirigente della Scuola, Paola Bogetto - permetterà alla comunità scolastica, in collaborazione con gli enti territoriali, le aziende e le istituzioni pubbliche, di creare percorsi formativi, anche sperimentali, adatti alla metodologia dell’alternanza scuola lavoro e di aprire l’istituzione scolastica al territorio”.  

Il sindaco e presidente dell’Unione Montana, Roberto Bodrito, ringraziando le aziende  del settore che stanno collaborando e garantendo al Comune di poter continuare a dare il sostegno all’Istituto investendo le risorse necessarie, ha sottolineato: ”Si tratta di una struttura che permetterà ai ragazzi di concretizzare al massimo la preparazione per l’inserimento nel mondo del lavoro”.  

Mentre per Flavio Borgna, presidente Ente Fiera della Nocciola: “Grazie alla grande spinta della dirigente Bogetto ed alla collaborazione di tutti,  si è vinta una sfida che non era scontata e si  stanno creando  tutte le premesse perché la nuova scuola possa diventare quello che l’Enologica ha rappresentato per il mondo del vino. E cioè un fondamentale centro  per lo sviluppo tecnico  e culturale del mondo della nocciola e delle colline Alta Langa”.  

Giuliano Viglione, vicepresidente della Fondazione Crc, che ha finanziato l’intervento, ha detto che si è trattato di un buon  investimento, perché andrà a favorire non solo la coltivazione, ma soprattutto la trasformazione della nocciola sul territorio di produzione, creando così valore aggiunto e nuovi posti di lavoro.  

All’inaugurazione hanno anche partecipato il consigliere della Fondazione Crc, Massimo Gula, il provveditore agli studi, Stefano Suraniti, e il presidente del Consorzio Tutela Nocciola Piemonte Igp, Sergio Lasagna. Ma erano presenti soprattutto tutti gli insegnanti della Scuola e un centinaio di studenti delle cinque classi del Corso di Studi “Industria e Artigianato per il made in Italy” dell’Istituto di Cortemilia.  

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore