ELEZIONI REGIONALI
 / Politica

Politica | 14 aprile 2023, 06:57

Saluzzo, Fratelli d’Italia apre la sezione guardando a Palazzo di Città

Domenica pomeriggio 16 aprile attesa una parata di big del partito di Giorgia Meloni. FdI rivendica la candidatura a sindaco del centrodestra in vista delle amministrative 2024

La sede di Fratelli d'Italia in via Torino a Saluzzo

La sede di Fratelli d'Italia in via Torino a Saluzzo

Fratelli d’Italia apre a Saluzzo, domenica 16 aprile, alle 16,30, la nuova sede cittadina del partito in via Torino 19.

L’ultima sezione della destra in città era stata quella dell’allora Movimento Sociale, situata in via Monte di Pietà. Ad inaugurarla, nei primi anni ’80, era stato il segretario nazionale Giorgio Almirante.

Un evento, quello di domenica, cui sono stati inviati i big provinciali e piemontesi, che ha implicito il senso di dire agli alleati di Lega e Forza Italia che FdI vuole assumere il bastone del comando e che saranno loro, i Fratelli, a dire chi dovrà essere il candidato sindaco del centrodestra quando fra un anno la città tornerà alle urne.

La Lega ha Dario Tallone a Fossano, che cercherà di difendere un secondo mandato. Forza Italia ha Carlo Bo ad Alba, anche lui in cerca di una riconferma. Il centrodestra considera Bra città elettorale persa, per cui, nella spartingaia, i Fratelli rivendicano a sé la capitale del Marchesato.

Sarà solo un caso, ma risulta che tra i tesserati alla nuova sede saluzzese vi sia Claudio Sacchetto, già assessore regionale leghista all’Agricoltura, ora approdato al partito di Giorgia Meloni.

Il ministro della Difesa Guido Crosetto lo vuole candidato, nonostante siano tanti coloro che, da ogni angolo della provincia, bramino ad un posto nella lista di FdI per le regionali 2024.

Verosimile che più che al municipio l’ex golden boy dell’allora Carroccio guardi alla Regione e per questo vorrebbe riproporre qui il suo quartier generale come aveva fatto in passato, da assessore regionale, quando riceveva nel suo ufficio, di fronte al duomo, amministratori e cittadini.

Sacchetto per ora nicchia aspettando che dal ministro arrivino segnali.

Fratelli d’Italia, con l’apertura in pompa magna della sezione in via Torino, vuole dimostrare che ha mire ambiziose sull’antica capitale del Marchesato.

Non sarà comunque un’ impresa non da poco per Mario Pinca, coordinatore locale di FdI, mettere insieme una squadra e trattare con gli alleati, Lega e Fratelli d’Italia, che in questi quattro anni hanno rappresentato la minoranza (non troppo agguerrita, per usare un eufemismo) sui banchi del Consiglio comunale.

Domenica, insieme ai segretari regionale Fabrizio Comba e provinciale William Casoni, sono attesi il capogruppo in Regione Paolo Bongioanni, i deputati Monica Ciaburro, Marcello Coppo, Enzo Amich e il senatore Lucio Malan, capogruppo al Senato.

I Fratelli immaginano una folta partecipazione di pubblico visto che hanno chiesto all’amministrazione di interdire il traffico veicolare nel tratto di via Torino compreso tra gli incroci di via Donaudi e via Parrà per l’intero pomeriggio, dalle 14 alle 18,30.

Il guanto di sfida alla maggioranza di centrosinistra di “Insieme si può”, guidata da Mauro Calderoni, che sta giungendo al termine del suo secondo mandato consecutivo da sindaco, è stato lanciato.

GpT

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium