/ Agricoltura

Che tempo fa

Cerca nel web

Agricoltura | giovedì 17 maggio 2018, 09:15

Nasce "MerCu": il nuovo mercato contadino in piazza Biancani, nel quartiere San Paolo di Cuneo

L'iniziativa, ideata anche per rivitalizzare la zona, si svolgerà tutti i mercoledì sera e verrà inaugurata il 6 giugno. Sarà illustrata ai residenti e non solo oggi, giovedì 17, alle 21, nel Centro d'Incontro di via Cavallo

Il presidente del Comitato di Quartiere San Paolo, Andrea Sessa, indica la sede del nuovo mercato

Si chiama “MerCu”: è il nuovo mercato contadino previsto sotto i portici del complesso “Arco del Sole” di piazza Biancani, nel quartiere San Paolo di Cuneo. L’inaugurazione è in programma il prossimo 6 giugno, alle 17, con la presenza delle autorità e la benedizione del parroco, don Gianni Falco. Si svolgerà, ogni mercoledì sera, dalle 17 alle 21 durante l’estate e dalle 16 alle 20 nella stagione invernale.

L’idea è nata dal Comitato di Quartiere del presidente Andrea Sessa. Poi, la proposta si è allargata all’Associazione Rurale Italiana, a Confagricoltura e Confederazione Italiana Agricoltori della provincia “Granda” e alle Cooperative Sociali Colibrì ed Emmanuele. Con l’appoggio del Comune capoluogo.

Nel primo anno il mercato sarà sperimentale. Dopo, se tutto funzionerà al meglio, diventerà definitivo con il probabile spostamento sulla superficie della piazza e la possibile costruzione degli allacciamenti all’energia elettrica. Utilizzando i finanziamenti che il Comune ha già in parte stanziato per il Bando Periferie. Inizialmente sono attesi una decina di produttori di tutti i generi agricoli. Ma ci sono ancora posti disponibili e l’iniziativa è aperta alla presenza delle aziende di qualsiasi organizzazione di categoria. Con la condizione di essere insediate in provincia di Cuneo. Per avere informazioni, gli agricoltori interessati possono telefonare al presidente Sessa (335 7384541) oppure consultare il link https://quartieresanpaolo.jimdo.com/

IL PERCHE’ DEL PROGETTO

Come è partita l’iniziativa? “Un anno fa - risponde il presidente Sessa - il Comitato di Quartiere stava ragionando sulla necessità di ravvivare la piazza soprattutto di sera. Lungo il giorno, infatti, l’area, essendo abitata per la maggior parte da famiglie giovani che lavorano, è poco frequentata. La sfida del mercato, perciò, è nata con gli obiettivi di dare un servizio ai residenti a prezzi adeguati e di creare delle occasioni di incontro e di aggregazione. Sopperendo alla mancanza di negozi che, spesso, sono costretti a chiudere per gli alti costi di gestione”.

Quindi, anche una scelta sociale e culturale. “Esattamente. Il mercato nasce per far rivivere piazza Biancani e il quartiere. Ma gli agricoltori devono condividere una filosofia di vita nella produzione e nel relazionarsi con gli altri. In modo da creare una comunità con i consumatori attraverso processi economici locali virtuosi e vendendo qualità”.

In quest’ottica avete predisposto dei criteri per la scelta dei produttori? “Abbiamo un disciplinare da seguire. Alla fine dell’anno sperimentale, c’è l’intenzione di predisporre una graduatoria avendo come titoli preferenziali la produzione biologica e la provenienza da zone montane considerate svantaggiate o marginali. Ci sarà poi, grazie alla Cooperativa Colibrì, un banchetto del circuito equosolidale che già garantisce filiere certificate”.

Con un’ulteriore prospettiva? “Sempre in seconda battuta ci piacerebbe introdurre la certificazione partecipata dei titolari dei banchi, attraverso controlli sulle merci in vendita da parte degli stessi produttori, dei tecnici del settore e dei consumatori. Avviando, inoltre, un percorso consapevole di informazione per quanti acquistano e di formazione per le aziende”.

E’ curiosa la scelta del nome “MerCu”?Perché in piemontese “Mercu” significa mercoledì, il giorno scelto per il mercato, ed è l’abbreviazione delle lettere iniziali di “Mercà Cuntadin”.

Cosa si aspetta dall’iniziativa? “Mi auguro, innanzitutto, che possa partire serenamente, senza polemiche e rivalità. E auspico che i residenti capiscano le opportunità offerte loro: il poter acquistare dei prodotti di qualità e, nel contempo, il contribuire alla rivitalizzazione della zona, al momento, senza un’identità”.  

IL LOGO E LA PRESENTAZIONE DEL MERCATO

Un’ultima caratteristica del mercato sarà il logo che ne contraddistinguerà l’immagine. Gli allievi della quarta a indirizzo grafico del Liceo Artistico “Ego Bianchi” di Cuneo, coordinati dal docente Giuseppe Formisano, hanno preparato alcuni bozzetti molto belli. I rappresentanti delle sei organizzazioni promotrici del progetto sceglieranno quello da loro preferito, che verrà premiato durante l’inaugurazione del 6 giugno.   Inoltre, questa sera, giovedì 17, alle 21, nel Centro d’Incontro del Quartiere San Paolo, in via Cavallo, 47, è in programma una serata aperta ai residenti e non solo, con l’obiettivo di illustrare l’iniziativa e i suoi obiettivi.  

Sergio Peirone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore