/ Economia

Economia | 17 febbraio 2020, 15:49

Alba, il Gruppo Mollo conferma una crescita in doppia cifra: fatturato ormai sopra quota 70 milioni, obiettivo 50 filiali entro il 2022 (FOTOGALLERY)

La realtà leader del noleggio archivia un nuovo esercizio dai grandi numeri e in vista dei 50 anni dalla fondazione programma un triennio di importanti sfide, con investimenti nella flotta per 80 milioni di euro

I fratelli Mauro e Roberto Mollo, alla guida del gruppo albese (Ph Mauro Gallo Fotografo, Alba)

I fratelli Mauro e Roberto Mollo, alla guida del gruppo albese (Ph Mauro Gallo Fotografo, Alba)

Sono risultati in continua crescita quelli coi quali il Gruppo Mollo guarda al traguardo del prossimo anno, quando ricorrerà il primo mezzo secolo da quando – nel 1971 – Renato Mollo e la moglie Sandra decisero di dare un decisivo impulso all’attività di ferramenta da loro fondata in un magazzino in frazione Mussotto, gettando così le basi di quello che oggi, col lavoro dei figli Mauro e Roberto e mentre in azienda è ormai attiva la terza generazione di famiglia, è diventato un piccolo impero nei settori del noleggio, delle gru e dell’edilizia.

Sabato 15 febbraio il Gruppo è tornato a riunire presso la nuova sede di viale Artigianato ad Alba una famiglia di dipendenti ormai arrivata a quota 348 addetti (+33 rispetto a dodici mesi fa) per tracciare con loro un bilancio di quanto realizzato nell’ultimo esercizio (+15,5% su un fatturato che a fine 2018 era attestato a quota 65 milioni di euro, per qualcosa come 23mila clienti serviti) e sui nuovi progetti che attendono una realtà che entro la fine del 2020 punta a raggiungere l’obiettivo delle 40 filiali direttamente gestite e di una capillare presenza ormai consolidata in ben 6 regioni: Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Veneto.

A trainare questo sviluppo è Mollo Noleggio, che nel corso dello scorso anno ha superato il 20% di crescita del fatturato – portando al contempo le proprie insegne in tre nuove importanti sedi: quelle di Massa, di Lucca e di Rezzato, nel Bresciano – mentre l’obiettivo dell’esercizio iniziato da poche settimane è quello di portare a ben 9mila unità una flotta di mezzi (piattaforme aeree per lavori in quota, mezzi per il sollevamento, gru per edilizia, macchine movimento terra, autocarri, macchine e attrezzature edili) che con 4,2 anni di media si conferma una delle più giovani, complete e innovative d’Italia.

Positiva anche la chiusura d’anno delle divisioni noleggio con operatore e bagni mobili, che si sono distinte per gli ottimi risultati, come importanti performance ha fatto registrare Mollo Formazione, divisione aziendale che eroga corsi di abilitazione professionale (142 tipologie di corsi, conformi alla normativa vigente) con rilascio di patentini per gli operatori di attrezzature da lavoro. Nel 2019 Mollo Formazione ha erogato 820 corsi formando 5.152 operatori all'uso di macchine edili, industriali e agricole, per un totale di oltre 25.000 operatori formati dal 2013 a oggi, anno di entrata in vigore della normativa.

Il piano di sviluppo del Gruppo prevede, nel prossimo triennio, l'apertura di 15 nuove filiali nel Nord e Centro Italia per un totale di 50 punti operativi nel 2022, e l'acquisto di nuove macchine per un valore di circa 80 milioni di euro, con grande attenzione ai prodotti elettrici, litio, ibridi ed Euro 6.

FORMAZIONE: ARRIVA LA "MOLLO ACADEMY"
Guarda invece all’anno in corso la grande novità del progetto "Mollo Academy": una “scuola” con sede ad Alba, unica nel suo genere in Italia, che avrà il compito di sviluppare le competenze e professionalità tecniche, commerciali e amministrative dei collaboratori del Gruppo, per rispondere alle richieste di un mercato sempre più attento ed esigente. L’Academy guarderà inoltre ai bisogni formativi dei clienti esterni – aumentando la loro capacità competitiva di stare sul mercato, incrementando il livello di sicurezza nei cantieri e riducendo gli incidenti sul lavoro – e sarà anche promotrice di iniziative per la comunità, organizzando eventi mirati alla formazione dei giovani imprenditori locali e allo sviluppo economico e sociale del territorio.

 

Redazione

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium