/ Politica

Politica | 16 aprile 2024, 09:57

Elezioni comunali: il sindaco uscente Giorgio Ferraris si ricandida per Ormea

Ieri sera, lunedì 15 aprile, l'assemblea pubblica con la presentazione del bilancio di attività svolto nel corso dell'ultimo mandato

Elezioni comunali: il sindaco uscente Giorgio Ferraris si ricandida per Ormea

Tempo di bilanci per il sindaco uscente di Ormea, Giorgio Ferraris che ieri sera, lunedì 15 aprile, ha incontrato pubblicamente la popolazione per fornire un quadro delle opere e degli interventi realizzati negli ultimi cinque anni, caratterizzati dall'epidemia, che per due anni ha creato problemi e ha avuto influssi negativi sui movimenti turistici, e dagli eventi alluvionali dell'autunno del 2020.

A questo proposito sono stati illustrati i lavori di ripristino dei danni e di opere di messa in sicurezza in corso di realizzazione e in programma, diffusi su tutto il territorio comunale; ultimamente la Regione ha deliberato un importante finanziamento che consentirà di ripristinare compiutamente la strada comunale che costeggia il Tanaro sul versante orografico destro, conosciuta come “la passeggiata degli inglesi”, lavoro che verrà fatto dopo l'estate.

"Sono in corso di realizzazione - ha spiegato il primo cittadino -  i lavori per opere di riduzione del rischio e di messa in sicurezza di alcune abitazioni sul corso del torrente Chiappino, mentre per l’ampio bacino dell’Armella, che sovrasta il centro cittadino e che nell’ultima alluvione ha dato pesanti segnali di rischio e ha accumulato enormi quantità di materiale lapideo e legnoso a monte dell’abitato, è stato redatto un progetto che prevede la realizzazione di una serie di briglie e lo spostamento a monte, per quanto possibile, del ponte che porta all’edificio scolastico, per aumentarne la luce e quindi le possibilità di deflusso. Il progetto, dal valore di cinque milioni di euro, è stato inserito nella graduatoria nazionale dei progetti per il contrasto al dissesto idrogeologico, ma è tuttora in attesa di finanziamento e dovrà essere la priorità assoluta da realizzare nei prossimi anni".

"Nel mese di maggio - ha aggiunto Ferraris - verrà rifatta la pavimentazione di Piazza Nuova ed entro la fine di giugno si concluderanno i lavori di arretramento della scogliera e di sistemazione del parco giochi".

Il Sindaco ha poi documentato la situazione del bilancio del Comune, che lo scorso anno ha chiuso con un consistente avanzo di amministrazione, senza nascondere le preoccupazione per la diffusa condizione di fragilità dell'ampio territorio comunale, destinata ad aumentare, dovuta in gran parte all'abbandono colturale e alla vetustà delle infrastrutture. "Ogni volta che si verifica una precipitazione appena più intensa, - ha detto - ci ritroviamo frane o muri crollati sulla rete stradale comunale, di complessivi 196 chilometri, una delle più ampie di tutta la Regione."

Sono stati toccati tutti i problemi del territorio, da quelli dell'organizzazione sanitaria ai trasporti; il Sindaco ha comunicato anche che l'Assessore Regionale ai Trasporti, a seguito della richiesta che aveva presentato anche a nome degli altri sindaci della Valle, ha convocato il 6 maggio, nel Palazzo della Regione a Torino, l'incontro con RFI per la verifica dei lavori e dei tempi necessari per la riapertura del servizio pubblico sulla linea ferroviaria Ceva Ormea. Ha parlato anche della situazione della Statale 28 e delle iniziative che l'Amministrazione sta avviando per garantire la sicurezza nei tratti del centro abitato attraversati dalla strada statale.

Un accento particolare è stato posto sui servizi: "Sono quelli che rendono più problematico e difficoltoso risiedere nei nostri paesi di montagna, dalle scuole alle connessioni e alle ricezioni dei programmi televisivi, che in situazioni di maltempo anche lievi, spesso spariscono per alcuni giorni".

Ferraris ha informato i cittadini di aver interessato al problema il senatore Bergesio, che fa parte della Commissione di Vigilanza della RAI, che si è già attivato in proposito.

"Nel quadro complessivo della situazione economica e sociale, - ha aggiunto Ferraris - sono da segnalare, come elementi positivi, l'inizio dei lavori per l'estrazione del pregiato Marmo Nero di Ormea nella cava di Isola Perosa e nuovi consistenti investimenti, che prevedono l'installazione di una nuova linea produttiva e la costruzione di un altro capannone, nella stabilimento di Ormea della San Bernardo.

Ormea deve molto al lavoro delle associazioni di volontariato locali, sociali, culturali, sanitarie, ricreative, turistiche e sportive che, grazie all’impegno di tanti volontari, riescono a migliorare la qualità della vita dei residenti e a organizzare tante iniziative di grande richiamo e importanza per la nostra Città".

Sebbene nei mesi scorsi Ferraris avesse espresso, nei mesi scorsi, l'intenzione di non ripresentarsi e di favorire la costituzione di una lista che potesse rappresentare la complessa realtà sociale e territoriale di Ormea; ha detto anche di aver incoraggiato e apprezzato l'iniziativa e l'impegno di chi ci ha provato e di essersi reso conto della difficoltà dell'impresa.

ELEZIONI, FERRARIS SI RICANDIDA

"Alla fine - ha dichiarato Ferraris - ha prevalso la volontà di portare a termine una serie di iniziative importanti per la Comunità e per il territorio, in parte avviate e in parte programmate. Per garantire la continuità e la prosecuzione di quanto avviato e per offrire agli elettori di Ormea la possibilità di scegliere tra proposte e persone per l'amministrazione dei prossimi cinque anni, l'intenzione è quella, ancora una volta, di presentarmi alle imminenti elezioni amministrative, con gran parte dei consiglieri uscenti, a partire dl vicesindaco Italo Vinai e dall'assessore Danila Michelis, e l'introduzione di alcuni nuovi componenti, per affiancare all'esperienza degli attuali amministratori persone che possano garantire continuità e rinnovamento". 

Ferraris tra gli interventi in fase di proseguo ha citato il grande progetto di riduzione del rischio e di protezione del centro cittadino dal ripetersi di eventi alluvionali come quello del 2020, la realizzazione dei lavori del Bando Borghi già finanziati (la sistemazione e la rifunzionalizzazione degli edifici dell'area della ferrovia, il completamento dei lavori di accesso e fruizione del castello e la ristrutturazione della vecchia casa di riposo) e la costruzione del tratto di strada per collegare il Colle dei Termini alla Valle Corsaglia, recentemente approvata e finanziata dalla Regione nel progetto di Green Community presentato dall'Unione Montana Alta Val Tanaro, oltre al completamento dei lavori di ripristino e di messa in sicurezza conseguenti ai danni causati dalle ultime alluvioni.

Arianna Pronestì

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium