/ Click sulla Psicologia

Click sulla Psicologia | 23 ottobre 2019, 11:25

I diritti Umani Universali

Il disagio psichico è in continuo aumento a livello globale e il tema della salute mentale è destinato ad acquisire un ruolo centrale nel dibattito di salute. Risulta sempre più importante portare a conoscenza le persone delle patologie psichiche, per ridurre lo stigma e la paura ad esse associate

I diritti Umani Universali

Mercoledì 10 ottobre è stata celebrata la quarta Giornata nazionale della psicologia in concomitanza con la giornata mondiale della salute mentale. È sempre più importante porre l' attenzione a questo argomento, per ridurre il giudizio su essa. In una società evoluta non ci si può limitare a porre attenzione solo al benessere fisico, biologico, ma è necessario considerare la persona nella sua integrità e globalità, ponendo particolare attenzione alla salute mentale.

Una persona sta bene quando sa di star bene, quando si sente bene nel corpo e nella psiche. Il primo anno si è parlato di “persone e relazioni”, di “periferie esistenziali” e l’altro anno è stato affrontato il tema dell’ascolto( dei quali argomenti potete trovare l'articolo corrispondente sul mio sito).  Quest’anno in tutta Italia si è posta l’attenzione  su un tema molto importante, “i diritti Umani Universali”.

Alla luce della nuova evoluzione della società, nella quale non esistono più barriere, il mercato globale è una realtà ormai da tempo, così come il fenomeno migratorio, nelle quali i diritti di cui una persona gode non solo sono uno strumento tecnico-giuridico, ma soprattutto sono una capacità di riscattarsi rispetto al proprio passato. Ossia non si può parlare di diritti se non si ha consapevolezza della propria esistenza. Questo tema può infatti presentare varie declinazioni, tenendo conto che la prevalenza di soggetti con alta probabilità di presentare disturbi ansiosi e/o depressivi è pari, in Italia, al 14,8% della popolazione, secondo una stima fornita nel 2018 da Fabrizio Starace, Presidente della Società Italiana di Epiemiologia.

Tutti, chi più chi meno, abbiamo bisogno di prenderci cura di noi stessi perché il discorso della salute mentale abbraccia fondamentalmente numerosissimi aspetti (solitamente silenti) del nostro modo di vivere. Ansia, insonnia, ipertensione, attacchi di panico, depressione: quante volte ci dimentichiamo di chiedere a noi stessi come stiamo? E quante volte ci siamo ritrovati ad ignorare – inconsapevolmente oppure no - ciò che sente qualcuno accanto a noi, che magari fa persino parte della nostra quotidianità? Tutte le persone hanno bisogno di qualcuno che si accorga di loro.

Come sostiene un articolo pubblicato sul sito del CNOP (https://www.psy.it/giornata-nazionale-psicologia-diritto-alla-salute-limitato-se-non-si-guarda-alla-persona-che-non-e-solo-biologia-intervista-a-lazzari.html) “i diritti umani universali sono frutto delle conquiste di singole persone e comunità; per quanto forti, tali diritti sono contemporaneamente delicati, hanno bisogno di attenzioni e partecipazione, quindi sono elementi di cui è necessario prendersi cura. In questo ambito, la Psicologia - e, di conseguenza, il professionista della salute mentale - ha anche l'importante compito di aiutare le persone a conoscere e riconoscere i propri diritti e quelli altrui, viverli, farli crescere, difenderli”.

È dunque importante preservare e prevenire, per promuovere una salute mentale sufficientemente buona per vivere la vita, non solo per sopravvivere, come purtroppo questo spesso accade.

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e curiosità, potete seguire la mia pagina Facebook mettendo "mi piace" alla pagina D.ssa Ernestina Fiore Psicologa Psicoterapeuta e la pagina Instagram “psicoterapeutafiore” o visitando il sito www.ernestinafiorepsicologocuneo.it, dove potete trovare anche tutti i precedenti articoli della rubrica e vedere di che cosa mi occupo

Ernestina Fiore

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium