/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2020, 10:15

Finito il lockdown, il “grazie” della Protezione civile di Paesana a clienti e dipendenti del supermercato “Presto Fresco”

I ringraziamenti alla popolazione, “per aver in larghissima parte rispettato le normative imposte dal Governo e dalla Regione”, e a personale del punto vendita: “Ci ha davvero ‘coccolato’ con piccoli ma significativi gesti, come una tazzina di caffè, dimostrandoci quanto apprezzato sia stato il nostro servizio”

La consegna dei fiori alle dipendenti del Presto Fresco di Paesana

La consegna dei fiori alle dipendenti del Presto Fresco di Paesana

Dal 27 marzo scorso, gli accessi al supermercato “Presto Fresco” di Paesana sono stati contingentati e gestiti dagli operatori della Protezione civile comunale, guidati dal caposquadra Andrea Borgogno.

Sin dal primo giorno di presenza dei volontari di fronte al supermarket, per far sì che fossero rispettate le indicazioni del Governo, i lavoratori e le lavoratrici del “Presto Fresco”, ci avevano contattato per rivolgere tramite il nostro giornale il loro ringraziamento a quanti si stavano adoperando, da giorni, per gestire la situazione emergenziale.

Oggi, a quasi due mesi di distanza, ormai entrati in piena “fase 2”, sono gli operatori di Protezione civile che, sempre tramite Targatocn, vogliono estendere i loro ringraziamenti.

“In primis – ci dicono – alla popolazione ed all’utenza del supermercato, per aver in larghissima parte rispettato le normative imposte dal Governo e dalla Regione e per aver capito che la gravità dell’epidemia ha portato con sé inevitabili disagi.

Al tempo stesso, però, non possiamo non ringraziare la direzione del ‘Presto Fresco’ e, soprattutto, i dipendenti e le dipendenti del punto vendita. Nella nostra permanenza di fronte all’ingresso del supermercato, che dura da oltre 50 giorni, ci hanno davvero ‘coccolato’ con piccoli ma significativi gesti, come una tazzina di caffè, dimostrandoci quanto apprezzato sia stato il nostro servizio”.

Sabato mattina, Barbara, Alessandro, Andrea, Federico, Francesco, Davide, Diego, Gabriele, Germano, Marco e Renato, a nome di tutta la squadra di Protezione civile, hanno voluto “ripagare” le dipendenti del supermercato con la “consegna” di una pianta a ciascuna di loro.

Gesti che dimostrano come, anche a Paesana, con l’emergenza Covid-19 si sia fatto quadrato basandosi su di un fortissimo senso di Comunità.

Ni.Ber.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium