/ Politica

Politica | 02 luglio 2020, 10:29

Marco Perosino (Forza Italia): “Voterò contro il Mes”

Il senatore e sindaco di Priocca d’Alba si dissocia dalla linea del partito indicata da Berlusconi. Un gesto politico che confermerebbe il suo occhieggiare a FdI. I Fratelli paiono però poco propensi ad accoglierlo in casa loro

Marco Perosino (Forza Italia): “Voterò contro il Mes”

Il Mes (Meccanismo di Stabilità), detto anche Fondo salva-Stati, tema oggetto in questi giorni di un braccio di ferro nella maggioranza di governo tra Pd e 5 Stelle, divide anche Forza Italia. 

Il senatore forzista cuneese Marco Perosino, sindaco di Priocca d’Alba, annuncia pubblicamente, in dissenso dalle indicazioni espresse da Silvio Berlusconi, che voterà contro.

“Io voto contro al Mes”, fa sapere sul suo profilo facebook.

E spiega il perché.

“Karl Popper diceva "Nessun piatto è gratis". Applicato agli aiuti europei per l'Italia potremmo capire meglio che non c'è, non ci può essere nessun importo di contributo a fondo perduto. I fondi europei – afferma il senatore - o provengono dagli Stati stessi pro quota o possono essere raccolti sul mercato finanziario, al quale andranno restituiti. Tertium non datur. Le dichiarazioni di politici e commissari si susseguono con toni contrastanti: la condizionalità non c'è ma anche c'è. In Italia siamo (sono, non tutti) in stato di ubriacatura, di infatuazione: l'Europa ci salverà. Anche gli eredi di quelli che sessant'anni fa erano contrari in maniera assoluta!
In politica e finanza, soprattutto agli alti livelli – aggiunge Perosino -, non ci sono atti sentimentali ma soltanto rapporti di forza e vantaggio. Non ci sarà perdonato niente, le norme per condizionarci (patrimoniale, prelievi sui conti correnti) già ci sono. Per questi motivi – ribadisce - voterò contro il Mes e gli altri strumenti preposti, con convinzione e motivazione”.

Da settimane circolavano voci che Perosino avesse precorso il suo mentore, Alberto Cirio, nell’occhieggiare a Fratelli d’Italia.

Questa presa di posizione sul Mes e un parere dei dirigenti cuneesi del partito di Giorgia Meloni le confermano.

“Sembra anche a noi – ammettono – ma Perosino deve aver sbagliato strada”.

Un commento che lascia intendere come i Fratelli siano poco propensi ad accogliere in casa loro il senatore albese.

GpT

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium