/ Sport

Sport | 30 giugno 2021, 13:12

Orgoglio italiano e braidese: Simona Di Dio Martello trionfa al mondiale ISKA Pro di Full Contact 59 kg

A Saint Martin en Haut in Francia, domenica 27 giugno, ha battuto la detentrice francese Emilie Machut

Simona Di Dio Martello, 25 anni, originaria di Bra, ha messo in bacheca il titolo mondiale ISKA Pro di Full Contact 59 kg, conquistato domenica 27 giugno a Saint Martin en Haut in Francia

Simona Di Dio Martello, 25 anni, originaria di Bra, ha messo in bacheca il titolo mondiale ISKA Pro di Full Contact 59 kg, conquistato domenica 27 giugno a Saint Martin en Haut in Francia

Hai capito la ragazza? Meglio non farla arrabbiare altrimenti ti manda al tappeto. Stiamo parlando di Simona Di Dio Martello, 25 anni, originaria di Bra, che ha messo in bacheca il titolo mondiale ISKA Pro di Full Contact 59 kg, conquistato domenica 27 giugno a Saint Martin en Haut in Francia. Questo vuol dire che abbiamo una nuova campionessa iridata sotto la Zizzola.

L’atleta braidese, già medaglia d’oro al K1-open World Amateur Championships di Milano nel 2019, fa parte del CrossFit Mirafiori Kombat e si è presentata all’incontro con grande determinazione, battendo la padrona di casa, nonché detentrice della cintura, Emilie Machut.

Il suo coach Fabio Giannelli ha commentato lo straordinario risultato su Facebook: “Sulle note di Ennio Morricone, Simona è salita sul ring con una determinazione impeccabile. Consapevole di aver lavorato per mesi pensando solo al match. Abbiamo studiato i nostri avversari in maniera maniacale. Il risultato è stato gratificante nella sigla numero uno per la K1/kick boxing ISKA”.

Aggiungendo: “Siamo onorati di aver rappresentato l’Italia nel mondo. Tutto il nostro team, a partire da me a Renato Morelli (preparatore atletico), il nostro nutrizionista Francesco Ragone, la mia compagna Rossella Quaranta, che ha fatto da seconda e tutti i ragazzi della Crossfit MIRAFIORI Kombat, che hanno aiutato in questi mesi la crescita di Simona e che ci hanno sostenuto da casa, è orgoglioso di questa impresa. Ringrazio tanto fight1: Francesco Migliaccio e Carlo Di Blasi per aver creduto in noi. Abbiamo tanto ancora da lavorare e Simona già stamattina era in palestra ad allenarsi”.

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium