/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2021, 09:10

L'ex premier Monti ed Elsa Fornero ad Alba per la chiusura dell’8° Master Michele Ferrero

Premi per 23mila euro agli undici studenti che hanno terminato il corso di secondo livello in Innovazione nelle Scienze e Tecnologie Alimentari intitolato alla memoria del compianto industriale

L'edizione 2019 della premiazione, alla presenza di Maria Franca Ferrero

L'edizione 2019 della premiazione, alla presenza di Maria Franca Ferrero

Si chiuderà formalmente con la cerimonia in programma domani, martedì 30 novembre, alle ore 10.30, nell’Auditorium della Fondazione Ferrero di Alba, l’ottava edizione del Master di II livello in Innovazione nelle Scienze e Tecnologie Alimentari “Michele Ferrero”, realizzato dall’Università di Torino in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, col finanziamento della Fondazione Ferrero e il sostegno tecnico-scientifico di Soremartec Italia.

Undici gli studenti che hanno frequentato il Master e conseguito il titolo nell’anno accademico 2020-2021. Si tratta di Giovanni Armagno (Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Università di Salerno), Matteo Mancino (Magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari, Università degli Studi di Milano), Jennifer Mancuso (Magistrale in Scienza della Nutrizione, Università degli Studi della Calabria di Cosenza), Francesco Pesce (Magistrale in International Horticultural Science, Università degli Studi di Bologna), Ajda Pulko (Diploma di Laurea in Food Technology, University of Ljubljana, Slovenia), Paolo Romana (Magistrale in Safety Assessment of Xenobiotics and Biotechnological Products-SAXBi, Università degli Studi di Milano), Giulia Rota (Magistrale in Food, Health and Environment, Università degli Studi del Piemonte Orientale "Amedeo Avogadro" di Vercelli), Vittoria Russo (Magistrale in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana, Libera Università "Campus Bio-Medico" di Roma), Francesco Scipioni (Magistrale in Tecnologie e Biotecnologie degli Alimenti, Università degli Studi di Perugia), Jelena Vasiljevic (Magistrale in Farmacia, Università degli Studi di Urbino), Cecilia Villani (Magistrale in Medicina Veterinaria, Università degli Studi di Torino)
 
Saranno assegnati un premo del valore di 10mila euro allo studente che ha conseguito il titolo con la migliore valutazione complessiva e in corso, e un premio, sempre di 10mila euro alla miglior tesi finale. Quest’anno si aggiunge un premio di 3mila euro al gruppo di studenti che ha conseguito il migliore Business Scenario.

Questa ottava edizione, grazie alle migliorie apportate progressivamente nelle edizioni precedenti sulle fasi di selezione studenti, docenti e programmi, ha evidenziato un ottimo livello di preparazione e di applicazione dei partecipanti.
Grazie al percorso di studi del Master, laureati con adeguata formazione in settori scientifici diversi (Farmacia, Medicina Veterinaria, Scienze Agrarie, Scienze dell’Alimentazione – solo per citarne alcuni), ottengono una preparazione di carattere interdisciplinare nel campo delle scienze e delle tecnologie dell’alimentazione umana, che consente loro di affrontare temi di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti alimentari, di sviluppo della qualità dei prodotti e dei processi.

In particolare, con il suo percorso di studi, il Master intende formare specialisti con conoscenze scientifiche interdisciplinari in campo tecnologico, medico biologico e chimico che consentano l’inserimento nel sistema produttivo di un’azienda alimentare, di un laboratorio di ricerca e sviluppo o in una società di consulenza, avendo una visione ampia e completa dei fattori che possono condizionare le scelte nella creazione di nuovi prodotti alimentari o nella riformulazione di prodotti esistenti.

Il Master ha la durata di 1 anno. L’attività didattica è composta di 60 Crediti Universitari (CFU), di questi 40 (400 ore) sono dedicati alla didattica frontale (tenutasi interamente in modalità telematica causa COVID-19), 18 (450 ore) all’attività di stage e di business scenario (entrambe da remoto) e 2 (50 ore) alla stesura della tesi.
Gli insegnamenti sono organizzati in corsi integrati dedicati a: Sistema Alimentare e Normativa di riferimento, Salute e Scelta degli Alimenti, Processi di trasformazione e Qualità e sicurezza degli alimenti.

Alla cerimonia di domani interverranno Bartolomeo Salomone, presidente Ferrero Spa e segretario generale della Fondazione Ferrero, il professor Stefano Geuna, magnifico rettore dell’Università degli Studi di Torino, il professor Lorenzo Morelli, direttore Dipartimento di Scienze e Tecnologie Alimentari dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Roberto Menta, direttore Nutrizione & Sostenibilità - Soremartec, e il professore Luca Simone Cocolin, direttore del Master.

La premiazione dei migliori studenti che hanno frequentato il Master nell’anno accademico 2020-2021 sarà preceduta dalla lectio magistralis (virtual) dal titolo “Saturated Fats & Nutritional Guidelines: the next chapter is coming” tenuta dal professor Arne Astrup (Department of Nutrition, Exercise and Sports – University of Copenhagen).

A seguire una tavola rotonda sul tema “Science & Innovation: the Future is Driven by Research”, moderata dal professore Mario Rasetti, con la partecipazione del magnifico rettore del Università di Torino Stefano Geuna, della professoressa Elsa Fornero e del professore Mario Monti.

A chiusura lavori è prevista la visita alla mostra “Burri. La Poesia della Materia”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium