/ Solidarietà

Solidarietà | 18 marzo 2023, 09:03

La Regione Piemonte si mobilita per aiutare Leonardo, il bambino di Mondovì che per curarsi ha bisogno di una lente speciale

Affetto da cataratta congenita monolaterale necessita per le cure di una lente, prodotta negli USA, che al momento non è più venduta nei paesi dell'Unione Europea. Il Governatore Alberto Cirio si è mobilitato in prima persona per trovare una soluzione

Mamma Anna e il piccolo Leonardo

Mamma Anna e il piccolo Leonardo

Una vera e propria cordata di solidarietà quella che è stata messa in campo a sostegno di Leonardo, il bambino di Mondovì affetto da cataratta congenita monolaterale, una patologia rara che colpisce circa 3 bambini ogni 10mila. 

Per curarsi, come ha raccontanto la mamma Anna ai giornali locali negli scorsi giorni (leggi qui), ha bisogno di un particolare tipo di lente a contatto, prodotta in America e che, in seguito al cambio di packaging, al momento non è più acquistabile all'interno dei paesi dell'Unione Europea perché le confenzioni sono prive del marchio CE.

La notizia è arrivata al sindaco di Mondovì, nonché presidente della Provincia Luca Robaldo che ha attenzionato il caso alla Regione Piemonte. A questo punto il presidente regionale Alberto Cirio si è mobilitato per conoscere a 360° la situazione: in prima battuta ha preso contatto con il medico che ha in cura Leonardo, il professor Massimiliano Serafino, dell'U.O.C. di oculistica dell'istituto "Giannina Gaslini" di Genova, e poi con i referenti italiani ed europei della 'Bausch+Lomb', casa farmaceutica che produce le lenti Silsoft. 

Un piccolo passo per trovare una soluzione a un problema che aiuterebbe molte famiglie, non solo quella di Leonardo. La Regione Piemonte ha infatti preso contatto anche con Ismaele La Vardera, deputato dell'assemblea regionale siciliana, cui era stato segnalato un caso analogo. 

Per cercare di trovare una soluzione è stato organizzato, a fine mese, un incontro streaming tra la Regione Piemonte, insieme al professor Serafino, il professor Paolo Nucci, professore Ordinario di Oftalmologia alla Facoltà di Medicina dell'Università di Milano (che avevamo sentito scorsi giorni, ndr) e ai rappresentanti della casa farmaceutica. 

Arianna Pronestì

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium