/ Attualità

Attualità | 03 ottobre 2023, 08:44

Vicoforte, la cappella di San Rocco entra nel circuito Chiese Aperte

Ora, scaricando una semplice app, sarà possibile visitarla in autonomia e godere del servizio di guida accessibile tramite qr code

Vicoforte, la cappella di San Rocco entra nel circuito Chiese Aperte

La Cappella di San Rocco a Vicoforte è entrata nel circuito Chiese a Porte Aperte, di cui fanno parte una cinquantina di Cappelle.

La porta della chiesa si apre automaticamente con lo smartphone. L’ingresso è reso possibile dalla App “Chiese a porte aperte”, scaricabile gratuitamente, che prenota e permette l’ingresso nei luoghi in autonomia, aprendo la porta attraverso un QR Code e dando accesso ad un sistema di guida della chiesa composto da musica, luci direzionali e narrazione in tre lingue.

Sono 6 gli itinerari di arte sacra in Piemonte e Valle d’Aosta accessibili attraverso la App “Chiese a porte aperte”.

Una modalità tecnologica innovativa, ideata dalla Consulta per i beni culturali ecclesiastici del Piemonte e Valle d’Aosta e dalla Fondazione CRT– Cassa di Risparmio di Torino, realizzata con il sostegno della Regione Piemonte, il cofinanziamento dei proprietari dei beni (parrocchie e comuni) e sotto l’alta sorveglianza delle Soprintendenze competenti per territorio. 

Una volta scaricata l’App sul proprio smartphone, è sufficiente registrarsi e prenotare la visita gratuita: giunti sul posto nell’orario selezionato, inquadrando il QR code si apre la porta della chiesa. Una volta entrati è possibile far partire la “voce narrante”, abbinata a un sistema di illuminazione dei dettagli artistici come affreschi e capitelli. In questo modo tutti possono scoprire questa cappella di Vicoforte rinata a nuova vita, entrando anche all’interno dove è prevista anche una proiezione audio/video che suggerirà con testi e immagini spettacolari le bellezze di Mondovì e del territorio che ci circonda. 

La Consulta per i beni culturali ecclesiastici del Piemonte e della Valle d’Aosta, fin dalla prima ideazione del progetto Chiese a porte aperte, ha inteso l’utilizzo delle tecnologie come uno strumento integrativo e non sostitutivo delle figure dei volontari culturali. Il sistema delle aperture automatizzate è stato infatti pensato proprio per quei siti storici che hanno intorno una comunità che se ne prende cura, luoghi vivi e riconosciuti.

In questo modo tutti possono scoprire questa piccola cappella rinata a nuova vita, entrando anche all’interno dove la visione di un affresco sull’altare sarà affiancata da quella di una proiezione audio/video che, oltre a raccontare le peculiarità della Cappella, suggerirà con testi e immagini spettacolari le bellezze di Mondovì e del territorio che ci circonda. É la prima volta, e si spera non l’ultima, che una cappella di proprietà privata entra nel circuito Chiese a Porte Aperte. La gestione della cappella è affidata alla nostra Associazione culturale, che si prefigge non solo di curare questo circuito, ma anche di promuovere la cappella vicese insieme a molte altre del territorio, in un progetto complesso e articolato che vuole valorizzare questi beni architettonici attraverso interventi di arte contemporanea declinati nei più differenti linguaggi artistici. I primi episodi verranno realizzati nella prossima primavera estate, con la collaborazione di realtà del territorio e di artisti di livello internazionale.

Sul portale www.cittaecattedrali.it, oltre a tutte le altre informazioni, sarà presente il materiale utile alla preparazione della visita per tutti.

c.s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium