/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 23 settembre 2017, 13:15

100 matricole da 38 paesi diversi: alla scoperta dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (VIDEO)

Ateneo unico al mondo che forma gastronomi attraverso un corso di laurea triennale in Scienze Gastronomiche, un corso di Laurea magistrale in Gestione del patrimonio gastronomico e turistico e quattro Master in lingua inglese

Studenti all'apertura dell'Anno Accademico 2017-18 - foto dal sito www.unisg.it

Studenti all'apertura dell'Anno Accademico 2017-18 - foto dal sito www.unisg.it

È un'Università unica al mondo che forma una nuova figura professionale: il gastronomo. Le sue competenze sono nell’ambito agro-alimentare, con lo scopo di indirizzare la produzione, la distribuzione e il consumo di cibo verso scelte corrette e utili a creare un futuro sostenibile per il pianeta.

Vi portiamo alla scoperta dell’Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, nata e promossa nel 2004 dall’associazione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni Piemonte ed Emilia Romagna.

L’ateneo propone una vasta offerta didattica: un corso di Laurea triennale in Scienze Gastronomiche, un corso di Laurea magistrale in Gestione del patrimonio gastronomico e turistico e quattro Master in lingua inglese.

La peculiarità dei suoi corsi attrae studenti da decine di paesi diversi, interessati all’originale progetto formativo che coniuga studio e pratica, libri e testimonianze di vita, scienza, cultura manageriale, sapere artigiano e contadino, oltre all’esperienza dei viaggi didattici che favoriscono l’incontro con chi produce, le aziende dell’agro-alimentare, i territori di ogni regione del pianeta e le culture tradizionali. Tanto che dal 2004 ad oggi ha formato studenti di 85 nazionalità diverse. La maggior parte di loro proviene da Italia ed Europa ma anche da Nord-America, Sud-est Asiatico, India, e Africa.

Le 100 matricole iscritte alla triennale provengono quest'anno da 38 paesi diversi. Hanno iniziato le lezioni giovedì 14 settembre e sono stati immediatamente catapultati in “Cheese”, la più grande manifestazione internazionale dedicata ai formaggi organizzata da Slow Food.

Secondo le statistiche Almalaurea oltre il 90% degli studenti laureati in Scienze Gastronomiche trova lavoro ad un anno dal titolo di studio triennale: questo grazie al numero ridotto degli studenti, ad un efficace centro di career service e alla rete di aziende sostenitrici che spesso assorbono al loro interno i laureati.

L'ateneo dispone di un laboratorio di analisi sensoriale, una scuola di cucina, la Banca del vino, biblioteca e sala studio, mensa e orti didattici.

Guarda l'intervista ad Alessandra Abbona, ufficio Comunicazione UNISG:

cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium