/ Economia

Economia | 25 febbraio 2018, 09:27

Argento colloidale associato alla cura della candida

Dopo l’invenzione degli antibiotici,però, il suo utilizzo è stato messo in secondo piano, nonostante sia privo di tossicità significative.

Argento colloidale associato alla cura della candida

L’argento colloidale è uno dei rimedi più antichi esistenti. L’argento colloidale, veniva utilizzato sin dall’antichità come rimedio per le infezioni da batteri,virus e funghi. Dopo l’invenzione degli antibiotici,però, il suo utilizzo è stato messo in secondo piano, nonostante sia privo di tossicità significative.

Le proprietà benefiche dell’argento colloidale sono innumerevoli. Infatti, l’argento colloidale è risaputamente un antibiotico naturale, che vanta proprietà antinfiammatorie e viene trattato per diversi disturbi, come: infiammazioni respiratorie( asma, sinusite, pertosse, rinite allergica e viene utilizzato tramite il drenaggio e la disinfezione dei seni paranasali);infiammazioni articolari (artriti,dolori articolari,reumatismi); infezioni e malattie cutanee ( scottature solari,psoriasi,ustioni lievi e di secondo grado); infezioni che riguardano il tratto digestivo ed urogenitale (gastriti,diarrea,salmonella,cistite,candida,infiammazioni croniche della vescica,gonorrea,emorroidi,leucorrea)

L’argento colloidale, in aggiunta, si presenta in maniera differente a seconda della concentrazione delle sue particelle ed assume anche diverse colorazioni; queste possono variare da un colore trasparente ad uno più scuro. Ma l’elemento importante dell’argento colloidale è ,che è privo di odore, di sapore(nonostante sia possibile riscontrare, a volte, un leggero retrogusto metallico) , privo di tossicità per l’organismo e soprattutto, può essere applicato anche sugli occhi, poiché risulta essere molto delicato sulla pelle; in più, non si corre il rischio che possa provocare irritazioni.

Inoltre, negli ultimi anni, si è scoperto che l’argento colloidale sia anche un potente antimicotico ed antifungigno e per questo rappresenti un rimedio efficiente nella cura di malattie causate da funghi, come la “Candida Albicans” ( per ulteriori informazioni vi rimandiamo alla pagina https://www.santenaturels.it/content/argento-colloidale-candida-albicans).

La candida è un batterio normalmente presente nell’ecosistema vaginale,che insieme ad altri batteri sono responsabili nel mantenere un ambiente acido adeguato e che non si alteri. L’ecosistema vaginale e di conseguenza anche i batteri della candida, prendono il sopravvento qualora si destabilizzi l’intero organismo. Esistono numerosi fattori che possano destabilizzare l’ecosistema vaginale e rendere il batterio della candida un elemento patogeno;tra i più frequenti ritroviamo l’abuso di farmaci ( soprattutto gli antibiotici,che come dice il termine stesso derivante dal greco “anti-bios”ovvero,corpo che combatte contro la vita,uccidono i batteri ); l’assunzione eccessiva di bevande fermentate ed alcoliche (alcol,birra,superalcolici); malattie che dipendono dai livelli di insulina nel sangue (tra i più importanti, il diabete) e tutte le condizioni che possano portare il soggetto a subire un netto calo delle difese immunitarie, portando così alla formazione di manifestazioni micotiche.

Le manifestazioni micotiche spesso, si manifestano nell’apparato vaginale, nel cavo orale (soprattutto nei neonati, sottoforma di “mughetto”o “stomatite da candida”) oppure sull’apparato genitale maschile, sotto forma di balanite. Inoltre, questo tipo di manifestazioni si presentano in  maniera sgradevole e fastidiosa tramite secrezioni vaginali biancastre maleodoranti ed associate ad un forte prurito e bruciore, sia interno che esterno.

Nella maggior parte dei casi, le infezioni da “candida albicans” sono trattate tramite farmaci antifungigni e creme antimicotiche, apposite. Tra i rimedi naturali più utilizzati, in associazione a quest’ultimi,entra in gioco l’argento colloidale. L’argento colloidale, come accennato in precedenza, vanta proprietà antimicotiche e antifungigne elevate ed essendo privo di controindicazioni, può essere utilizzato per contrastare i fastidiosi sintomi della candida e riequilibrare l’ecosistema vaginale.

Di solito, per combattere la candida, l’argento colloidale si utilizza sotto forma di lavanda vaginale, da poter utilizzare internamente e senza necessaria diluizione.

Inoltre, è consigliato trattare i sintomi della candida in maniera accurata e meticolosa, prestando attenzione all’igiene personale e alla biancheria intima, ma soprattutto cercare di trattare la “candida albicans”in maniera definitiva, evitando che questa possa ripresentarsi in forma recidivante e molto più difficile da manda via.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium