/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 24 maggio 2018, 11:07

Minaccia la compagna e aggredisce i carabinieri, chiamati da un vicino di casa: ai domiciliari 51enne di Cartignano

L'uomo deve rispondere di violenze nei confronti della propria convivente, oltre che di resistenza e lesioni

Minaccia la compagna e aggredisce i carabinieri, chiamati da un vicino di casa: ai domiciliari 51enne di Cartignano

Nei giorni scorsi i carabinieri della Aliquota Radiomobile di Cuneo e della Stazione di Busca hanno arrestato in flagranza di reato M.S., 51enne originario di Cuneo e residente da anni in Cartignano, ritenuto responsabile dei reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e lesioni a pubblico ufficiale.

Nei giorni scorsi, in piena notte, i carabinieri sono stati allertati dalla centrale operativa su richiesta di un residente di Cartignano.

L'uomo era preoccupato perché fuori dalla porta della propria abitazione si trovava un suo vicino di casa che stava tentando in tutti i modi di introdursi all’interno del suo domicilio contro la sua volontà per raggiungere la propria convivente che, pochi istanti prima, aveva trovato rifugio proprio a casa sua per ripararsi dalle violenze dell’uomo.

L'uomo, all'arrivo dei militari, ha tentato di nascondersi. Scovato, ha quindi aggredito uno dei carabinieri cominciando a sferrare ripetuti pugni e calci. Solo la prontezza dell’altro militare, posizionato alle spalle dell’esagitato e degli altri due carabinieri nel frattempo accorsi in supporto, ha permesso di immobilizzare l’uomo a terra dopo una breve colluttazione, riconducendolo progressivamente alla calma. E' stato quindi bloccato e accompagnato in caserma, per la ricostruzione dei fatti.

I due coniugi avevano avuto l’ennesimo litigio quella sera stessa e la donna, dopo aver subìto le solite minacce dall’uomo, aveva deciso di abbandonare il luogo di convivenza e di raggiungere l’abitazione del vicino di casa, da subito disponibile a fornirle riparo e assistenza contattando il numero di emergenza 112.

Fortunatamente l’intervento dei carabinieri ha posto fine ad una situazione che stava sempre più degenerando. Il soggetto è stato quindi dichiarato in stato di arresto con l’accusa di minaccia aggravata nei confronti della convivente e di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I militari intervenuti hanno riportato lievi contusioni ed escoriazioni, ricorrendo alle cure dei sanitari del locale ospedale. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione del fratello, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.  

bs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium