/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2019, 17:17

Asti-Cuneo, Martinetti: "Le integrazioni richieste trasmesse all'Ue, con la risposta di Bruxelles finalmente possibile ripartire coi lavori"

L'annuncio dal consigliere regionale del M5S dopo un incontro romano col sottosegretario al Ministero dei Trasporti Roberto Traversi. Novità in vista anche per la linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia

Il troncone dell'autostrada interrotta a Cherasco

Il troncone dell'autostrada interrotta a Cherasco

Passi in avanti nella procedura per sbloccare i lavori dell’A33. A darne conto il consigliere regionale albese Ivano Martinetti, esponente del Movimento Cinque Stelle, vicepresidente della Commissione Regionale Trasporti di Palazzo Lascaris.

"Oggi, incontrando a Roma il sottosegretario al Ministero dei Trasporti Roberto Traversi, ho ottenuto importanti conferme sul futuro della Asti-Cuneo spiega in una nota appena diffusa l'ex consigliere comunale albese. Solo pochi giorni fa infatti sono state comunicate al Gabinetto del Ministro, per l’inoltro alla Commissione Europea, le integrazioni richieste, già condivise coi concessionari autostradali. Ora si attende solo la risposta dell'Europa, che dovrebbe arrivare a breve, per partire con le autorizzazioni e terminare l'opera incompiuta da oltre 30 anni. Una notizia positiva per l'intero basso Piemonte dopo decenni di fallimenti ad opera della vecchia politica – aggiunge ancora –. Seguiranno presto ulteriori aggiornamenti che smentiranno, una volta per tutte, le dichiarazioni catastrofiste di certe parti politiche".

L’incontro romano si sarebbe rivelato utile anche per fare il punto della situazione sulla tratta ferroviaria Cuneo–Ventimiglia. Ancora Martinetti: "Insieme ai rappresentanti del Comitato Ferrovie Locali (Ugo Sturlese e Alberto Collidà) abbiamo incontrato i rappresentanti italiani della Conferenza intergovernativa (Cig). Abbiamo convenuto di portare all'incontro con la Francia, che si terrà il 6 dicembre, le istanze del territorio affinché la linea torni ad avere almeno 4 coppie di treni al giorno e una velocità di 80km/h. Quello di oggi è solo un primo passo, continueremo a portare ai massimi livelli del Governo le istanze del nostro territorio con periodici aggiornamenti".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium