/ Cronaca

Cronaca | 01 ottobre 2019, 17:40

Incidente a Sant’Albano Stura: morì un ragazzo di 22 anni ma per il tribunale non è “omicidio colposo”

Non furono rilevate violazioni al codice della strada e, dalla sua posizione, l’imputato non poteva vedere la moto arrivare. Per questo il tribunale ha stabilito il “non luogo a procedere”

L'incidente del giugno dell'anno scorso

L'incidente del giugno dell'anno scorso

Il tribunale di Cuneo ha stabilito il “non luogo a procedere”, per l’imputato di omicidio stradale.

L’incidente era accaduto a Sant’Albano Stura nel giugno dell’anno scorso, lungo la strada provinciale numero 3.

Nel sinistro morì un ragazzo di 22 anni che, in sella alla sua moto, si schiantò contro un mezzo pesante che stava entrando in una piazzola.

Gli avvocati dell’imputato - i legali Nicola Dottore e Luca Mondino - hanno sostenuto che: “considerato che nessuna violazione al codice della strada era stata contestata al guidatore del tir”, non si potevano ravvisare comportamenti scorretti da parte dell’autista.

Inoltre il perito del tribunale, incaricato di ricostruire la dinamica dell’incidente, ha anche stabilito che dalla posizione nella quale era, risultava impossibile per l’autista, vedere la motocicletta che stava arrivando.  

NaMur

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium