/ Attualità

Attualità | 12 dicembre 2019, 17:45

Delegazione FAI Saluzzo: gli auguri con i Nouvè e gli orologi simbolo per essere cavalieri in difesa del territorio

Serata con l’ensemble Henno De Rose al Magda Olivero. Il capo Delegazione annuncia l’ingresso del Gruppo Savigliano in seno alla Delegazione saluzzese. Tre orologi con i simboli cavallereschi contribuiranno al progetto di recupero dell’antica fonte nell’ex Vigna Ariaudo

Saluzzo, gli orologi che contribuiscono al Pir, momenti della serata di auguri della Delegazione FAI Saluzzo

Saluzzo, gli orologi che contribuiscono al Pir, momenti della serata di auguri della Delegazione FAI Saluzzo

 

Una serata che ha portato indietro nel tempo e in atmosfere culturali antiche della Provenza, terra che ha un ricco patrimonio storico di canti natalizi: i  "Nouvé".

Al Teatro Magda Olivero, con il concerto dal linguaggio personalissimo, poetico e suggestivo dell’ ensemble  "Henno de Rose” ( La Signora del Rodano) del Centro di Combouscuro, molto apprezzato dal pubblico, la Delegazione Fai di Saluzzo, ha fatto gli auguri di Natale, a chiusura di un anno ricco di iniziative e novità.

La prima delle quali  annunciata dal capo Delegazione Marco Piccat: l’ingresso del Gruppo FAI di Savigliano in seno alla Delegazione saluzzese.

E' un accessorio moda, un orologio legato al concetto del  “tempus fugit” e al ciclo degli affreschi della sala baronale del castello della Manta, l’ oggetto  del FAI Saluzzo che contribuirà  al progetto di valorizzazione  Pir (Puntare i riflettori) con il recupero del bene individuato in accordo con l'Amministrazione:  l’antica fonte nel giardino del castello dei Marchesi di Saluzzo nell’ex Vigna Ariaudo, futuro parco pubblico.

Lo hanno illustrato i due vice della Delegazione Silvia Cavallero  property manager del Castello della Manta, Bene Fai forte di un record di visitatori   nell’anno che si sta per chiudere e Fabrizio Giordano.

Sui quadranti dei tre modelli sono riprodotti i simboli cavallereschi presenti sulle pareti del castello: lo scudo del Prode re Artù, quello dell’Eroina Delfile e il motto Leit, "condurre, guidare".

Un orologio da indossare come cavalieri, eroi ed eroine, in difesa e promozione del  territorio secondo l’ obiettivo del Fondo Ambiente italiano e che “aiuti a ricordare che il tempo che trascorre non è perduto, se è usato bene” .

L’accessorio è  realizzato in collaborazione con un sostenitore FAI , titolare di una storica gioielleria della provincia che ha deciso di devolvere interamente il ricavato della vendita degli orologi, al progetto di recupero del bene saluzzese. Gli orologi si nei punti vendita di Saluzzo e Alba della gioielleria Carbone e presso la gioielleria Rabino di Cuneo, al castello della Manta e sono in esposizione presso L’ufficio turistico di Saluzzo, in piazza Risorgimento. 

 

VB

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium